31 mar 2009

Ti Amerò per sempre


Juliette dopo anni di detenzione esce di prigione.Vivrà il reinserimento nella società aiutata dalla sorella e dalla famiglia di questa e ospitata nella loro casa. Alle spalle una condanna per omicidio, l'omicidio del figlio di 6 anni.
Senza rovinare il finale del film a chi non l'abbia visto, la domanda è: si può uccidere per amore, per non vedere un proprio caro consumarsi nella malattia e nel dolore?
Io credo di sì, che si possa uccidere per un grande amore, quando l'oggetto d'amore sta morendo in una lunga e lenta agonia.

Qualcuno si sente di raccontare cosa ne pensa?



30 mar 2009

"Kind of Blue" - Miles Davis

Cannonball Adderley : Sax (Alto)
Paul Chambers : Bass
Jimmy Cobb : Drums
John Coltrane : Sax (Tenor)
Miles Davis : Trumpet
Bill Evans : Piano
Wynton Kelly : Piano

Questa è la formazione che ha cambiato la storia della musica jazz, della musica rock e della musica del XX° secolo tout-court.

In due soli giorni di seduta di registrazione nel 1959, suonando pezzi che non avevano nemmeno mai provato hanno inciso uno dei più influenti e famosi dischi della storia: "KIND OF BLUE".

Sotto la direzione di Miles Davis vi erano tra gli altri due musicisti che sono diventati delle leggende della musica: Bill Evans e John Coltrane. Miles qui li ha a disposizione un "attimo" prima che loro stessi diventassero due giganti pari suo. Ha la fortuna ed il genio di coglierli mentre si apprestano a spiccare il volo per l'empireo della musica, in un certo senso riesce a sfruttare appieno la loro grandezza senza trovarsi contestualmente a dover gestire grandi musicisti già pienamente affermati ed indipendenti.

Il resto del gruppo è comunque altrettanto stellare. Questo è anche il disco dove si realizza la rivoluzione del jazz modale, un'evoluzione della musica jazz dove l'improvvisazione svincola gli accordi dalla tonalità e li associa a differenti scale modali, dalle molteplici e differenti sfumature. In altre parole si può dire che l'improvvisazione jazzistica si snodi su differenti scale, con relative modulazioni sulle stesse, invece che sugli accordi (mi sono documentato ma se volete approfondire questi temi vi consiglio di cercare "jazz modale" su wikipedia, è spiegato molto bene e in modo molto semplice).

Questo modo di suonare avrà pesantissime ripercussioni negli anni successivi sia sul jazz sia, dieci anni dopo in occasione dell'uscita di "Bitches brew", sul jazz-rock. Credo che i dischi "In a silent way" ed appunto "Bitches brew" debbano moltissimo a "Kind of blue" e sicuramente non è un caso che il loro autore sia sempre Miles Davis.

Questo non è un semplice disco di jazz, è un disco che ogni amante della musica dovrebbe possedere.

Che incredibile emozione sentire Paul Chambers suonare il suo celeberrimo giro di basso ad introdurre "So what", ed i musicisti a turno che gli rispondono.

Disco immenso. E la cristallinità delle note di Davis? La perfezione dell'intonazione. Divino



Nello Stato Etico i figli si comprano

Nello Stato Etico i figli si comprano. In un paese con Leggi medioevali come la legge 40 che di fatto impedisce di avere figli alle coppie con problemi di salute inibendo la procreazione assistita, le persone emigrano: moderna versione dei viaggi della speranza.
Le persone che pure pagano le tasse per la Sanità, per il loro Stato, fanno mutui per andare all’estero ad ottenere il diritto ad un figlio, alla salute e fra poco anche ad una morte dignitosa.
Di fronte a questo sconcio, al fatto che gli italiani siano in Europa cittadini di serie B, il Governo chiude occhi ed orecchie, se ne disinteressa lasciando i suoi cittadini soli.
Ma si sa, qui le persone non sono importanti, sono importanti solo le apparenze, fatte salve quelle e fatta bella figura con gli amichetti oltre tevere va tutto bene.
Stato etico ipocrita.
Link articolo di Repubblica.

29 mar 2009

PDL: Berlusconi poliziotto cattivo e Fini poliziotto buono


Vediamo quotidianamente una rappresentazione teatrale, un gioco delle parti tra Berlusconi e Fini.
Uno tira una picconata a limitare la libertà democratica e l'altro ribatte a rimettere le cose al suo posto facendo l'uomo delle istituzioni e della Costituzione.
I giornali speculano su dissidi, su dinamiche democratiche all'interno del PDL, l'opinione pubblica si divide tra guelfi e ghibellini. Il dimenticato e bistrattato popolo della sinistra comincia nel suo animo a pensare che Fini sia democratico e garante della libertà delle opposizioni.
Funziona così: molti stanno sperando in Fini, si rassicurano che forse il PDL non è poi così pericoloso per la traballante democrazia italiana.
Ancora un po' e questo giochino delle parti farà del PDL un vero partito unico in cui vengono rappresentati in un gioco macabro le istanze del governo e delle opposizioni, il partito unico di tutti gli italiani.
Sveglia stanno giocando cinicamente al poliziotto buono e al poliziotto cattivo, niente di più e la nostra libertà sta prendendo il volo per emigrare dall'Italia e ne saremo pure contenti non accorgendocene.

Gli Amici della De Filippi e le parole magiche

Era anni che sentivo come tutti nominare il programma Amici condotto dalla Signora De Filippi, ne avevo letto gli echi sui giornali, qualche volta facendo zapping avevo visto un branco di ragazzotti più o meno in tuta bianca o colorata che si insultavano ma mai avevo seguito per più di pochi secondi.
Poi uno dei protagonisti ha vinto Sanremo senza una canzone e senza saper cantare. Devo dire una cosa non nuova per Sanremo.
Allora, incuriosito un paio di settimane fa ho provato a guardare il programma per un dieci minuti un quarto d'ora (mi dispiace ma di più non ho retto).
Ora a parte due idioti che si sfidavano a rovinare canzoni uno peggio dell'altro e che parlavano come avessero dolori intestinali o subito recentemente un'operazione alle emorroidi, sempre mezzo piegati a cercare espressività che non avevano, sono rimasto incredulo dalla stupidità loro e dei loro pseudo insegnanti (così si qualificavano).
Ho provato a chiedere il giorno dopo a colleghi in ufficio se seguissero il tormentone della De Filippi, e qualcuno seguiva regolarmente e con entusiasmo (!).
Curioso che queste persone pensino che, dato che la televisione dice loro che questi ragazzi hanno voce, (secondo me no) questo automaticamente comporti che sappiano cantare. Io so leggere e scrivere, me l'hanno insegnato da bambino al pari vostro, ma non sono uno scrittore, come probabilmente non lo è la maggioranza di voi.
Eppure se la televisione dice che un branco di pirla sanno cantare è Vangelo: è così.
Singolare riflessione se la televisione dice che un partito chiaramente illiberale ed anzi con tendenze populistico/fasciste si chiama Partito delle Libertà allora il semplice nome ha forza e significanza taumaturgiche, così se un gruppo di ragazzotti che non hanno idea della musica e sensibilità artistiche zero il fatto di chiamarli cantanti li faccia divenire tali, come se le parole fossero magiche.

28 mar 2009

Borghezio: Lectio Magistralis sull' infiltrazione fascista


Cosa aspetta la Magistratura a processarlo? Lo so è una domanda retorica.

Fotografando i vinili dei Pink Floyd

Mi sarebbe sempre piaciuto fare il fotografo di rockstars, per conoscere i propri idoli di persona ed avere le loro foto: impagabile.
Non è andata così, ed allora più realisticamente mi sono un po' divertito fotgrafando la mia vecchia discografia Pink Floyd in vinile.
Ho cominciato ovviamente con il mitico album delle mucche.

Qui sopra la cosa migliore dell'album "A Momentary Lapse of Reason": la magnifica foto di copertina.
Un Richard Wright giovanissimo (foto di un particolare dell'album A Nice Pair, ristampa del primo e del secondo album dei Pink Floyd).

Qui sotto lo slide - show con il collegamento all'album fotografico caricato su picasa.



27 mar 2009

"A Love Supreme" - John Coltrane


A 37 anni John Coltrane si appresta ad entrare in studio di registrazione per incidere la sua opera forse più famosa, certamente il suo capolavoro.
"A love supreme" un'opera troppo colta, troppo profonda per tentarne una disamina critica da parte mia, ci vuole un musicologo o un critico professionista (in questo senso vi rimando al profondo e bell' articolo pubblicato in Jazzitalia).
Io vorrei provare a raccontarlo "A love supreme" aiutandomi con le testiamonianze di alcuni musicisti che lavorarono con John Coltrane e che lo frequentavano e con la sua stessa testimonianza.
"E' la prima volta che ho preparato tutto, che so già tutto quello che voglio registrare" dice alla moglie Alice prima di entrare nello studio di registrazione. Affermazione emblematica per un musicista jazz, che dell'improvvisazione ha fatto la sua arte.
Questo disco arriva dopo una lunga e travagliata fase della sua vita, entra in studio un uomo nuovo, che si è lasciato alle spalle una lunga storia di eroina, che ha cambiato moglie, è diventato padre.
"A love supreme" è il suo perocorso esistenziale: è il racconto del suo ritrovarsi del suo essere uomo. Potrebbe essere una bella storia, come tante. Ma qui ci troviamo di fronte ad un grande musicista, un grande artista che sa raccontare di sè declinando la sua storia su quella dell'umanità, del suo senso, della sua essenza. Si è detto che "A love supreme" sia un'opera religiosa... non sono d'accordo credo sia limitante, in realtà si dovrebbe parlare di opera o viaggio, o summa spirituale al di sopra e al di là delle religioni, qualcosa che le ispira e le precede. Nella visione poetica coltraniana la musica è il mezzo che racconta la spiritualità universale degli uomini. Il nucleo spirituale di "A love supreme" non è religioso: è sacro. Ecco la parola giusta: sacralità. Certo parla di Dio nella sua musica, ma il suo è il Dio universale quello che trascende le religioni e le loro divisioni. La sua musica trabocca di amore per l'umanità. Ora temo che qualcuno leggendo possa travisare e credere che io stia parlando di musica New-age, di figli dell'amore eterno ecc., ma, se dò questa impressione, è solo per un limite del mio raccontare. Ascoltando la sua musica chiunque può capire cosa volessi dire io e ciò che racconta in realtà lui.
La suite si compone di quattro parti: acknowledgemet, resolution, pursuance, psalm.
Quattro fasi esistenziali, quattro tappe di crescita personali e universali.
"Quello che cerchiamo non è il paradiso ma la capacità di vedere le meraviglie del mondo (forse Dio?) e la forza per riuscire a esprimerle e cantarle"
Tutto questo universo Coltrane decide di raccontarlo avvalendosi di una musica essenziale, quasi scarna. Poche note che si ripetono e variano lentamente. In Aknowledgement, nel crescendo finale, usa la sua voce che ripete il mantra di "A love supreme a love supreme a love supreme". Una voce molto poco musicale, quasi sgraziata, sembrano parole pronunciate da un bambino o da un vecchio e consumato bluesman. A questo proposito Wayne Shorter dice:"Penso che volesse dire che per comunicare uno deve contare su sè stesso. Penso che volesse andare sino a quel punto in cui la voce è la prima testimonianza, il primo annuncio della tua umanità. Il suo strumento era il suo essere uomo".
Infine vorrei chiudere con le parole di Elvin Jones: "Siamo tutti essere umani la nostra spiritualità può esprimersi ovunque e comunque. Bar, jazz club, una chiesa. "A love supreme" resta un'esperienza spirituale dovunque la si ascolti".

Post ripubblicato da ivisionari





26 mar 2009

Gli italiani dopo la cura Berlusconi anticrisi



Il Parlamento ci sta regalando la vita eterna: piccoli Dei crescono

Il Parlamento sta producendo sul testamento biologico un pastrocchio senza precedenti. Ora sulla mia vita non deciderò più io e, a ben guardare nemmeno Dio, ma i suoi strumenti autonominatisi e cioè un parlamento di mediocri e dei medici obiettori o meno (lo sapevo di non contare nulla ma nemmeno Gasparri pensavo fosse un'aquila).

Quindi fin che siete coscienti per ora vi sarà lasciata un po' di libertà, approfittatene: i sonniferi, il treno, una pistola, un buon cappio, buttarsi dal 5 piano, dal ponte in Po, in Adige, in Tevere, in Arno...per chi non avesse un fiume a portata di mano consiglio qualche fosso di campagna (sempre meglio di niente) e poi via libera alla fantasia.

Non si capisce più un cazzo, se ti devi operare per una qualunque patologia non gravissima ti tengono in ospedale due giorni e poi fuori dalle balle che costi (pezzente non vorrai mandare in malora i conti della Sanità Pubblica?), se invece sei praticamente morto, ma ancoa hai la sfiga di respirare allora ad una macchina supertecnologica ti terranno attaccato in eterno: questo non costa? (ma non è un problema di costi in effetti), poi uscirà una versione nuova della macchina ed allora rimarrai attaccato alla tecnologia per quanto? In eterno? Forse pure questo è un modo per qualche mediocre di politico di avvicinarsi a Dio...vivendo per sempre.


25 mar 2009

Controcorrente su Papa, Africa, preservativi e paesi neocolonialisti


Le affermazioni del Papa sull'uso dei preservativi nel continente africano in piena epidemia di aids sono indifendibili, non ci sono margini di discussione.
Però in Africa ha detto anche molte altre cose che sono passate inosservate.
Ha parlato di neo colonialismo, ha parlato dei disastri apportati in quel continente dalla politica del FMI, ha parlato di guerre fomentate dall’Occidente, ha parlato di capitalismo selvaggio, ha parlato di egoismo occidentale e politici africani fantocci delle multinazionali.
La Francia, giustamente, l’ha pesantemente criticato sulle sue uscite sull’uso del preservativo, ma da chi viene la predica? Da uno degli stati neocolonialisti, e anche noi e tutta l’Europa lo siamo e pure le altre potenze economiche.
Il dubbio a questo punto è lecito: non è che i media ci stanno prendendo in giro, raccontandoci solo quello che amiamo ascoltare?
Io non ho cambiato idea sul papato, penso sia estremamente conservatore e addirittura retrivo su alcuni, anzi, su molti temi e mal sopporto le ingerenze nella politica italiana, ma su altri è rivoluzionario ed il fatto di non capirlo non è che mi faccia diventare più duro e puro ma solo più ignorante.

Berlusconi Cucù Vagoncino


La stazione

O che stazione molto importante:

udite la voce dell'altoparlante?

" Dal marciapiede numero nove

parte il rapido per Ognidove.

O che stazione di riguardo,

ti chiede scusa se c'è ritardo:

" L'accellerato, sbuffando e fischiando,

arriverà alle Non-si-sa-quando".

E come infine è giunto il treno

lei si presenta senza meno:

" Mi chiamo stazione Così-e-così,

tutti quanti scendono qui".

Gianni Rodari.


23 mar 2009

Mourinho ha torto o ha ragione?


Mourinho è sempre al centro delle polemiche.
La sua ultima dichiarazione ha scatenato un putiferio nel mondo del calcio:
"Quando parlavo di allenatori che perdono la propria dignità intendevo che mentre io scelgo la mia squadra da mandare in campo, ci sono molti tecnici che non lo fanno, il mondo del calcio ne è pieno. Se qualcuno mi dicesse come fare la formazione, il giorno dopo il mio ufficio sarebbe vuoto e le valigie pronte".
Tu cosa ne pensi?



Berlusconi sempre più povero, sente la crisi come gli operai

Il reddito del Presidente del Consiglio risente pesantemente della crisi.
Infatti a fronte dei 140 milioni della dichiarazione del 2006, nel 2007 ne dichiara solo 14 milioni.
Un vero e proprio tracollo, 9 decimi del suo reddito andati in fumo.
Sarà forse una forma di solidarietà con i cassintegrati.
La riprova che è uno di noi e che nei momenti difficili sta al nostro fianco.

Vedi anche articolo di Repubblica.

I due nordafricani accusati di terrorismo internazionale - Scherziamo o facciamo sul serio

Leggo da Repubblica la notizia del rimpatrio di due nordafricani, un tunisino ed un marocchino, accusati di terrorismo internazionale.
Ora mi chiedo, ma dov’è finito il diritto? Se si sospetta che siano terroristi credo che in uno stato di diritto sia necessario approntare un processo e se del caso una condanna adeguata al reato, altrimenti non si deve fare nulla.
Ma che senso ha a “presunti terroristi internazionali” comminare la pena dell’espulsione?
Siamo, nelle migliore delle ipotesi, alla piena confusione mentale.



22 mar 2009

Un'alternativa al piano casa del Governo

Foto (link)
Un'alternativa artistica e di pura bellezza al piano casa del Governo.
Perchè invece dell'abusivismo e dello scempio non adottiamo un piano di riqualificazione delle nostre tristi e brutte periferie? Basta poco, occhi, visi, persone disegni al posto del nudo cemento, di muri tutti uguali. Il senso della bellezza, poesia, arte. Cose che non costano e che farebbero vivere gli italiani meglio e più felici. Anche le periferie più degradate diventerebbero più belle e le persone migliori.
Ma immagino siano cose da sognatori, da dreamer...



My Sharona - The Knack


Domenica come sempre per me giorno d'elezione per le malinconie ed i ricordi.
Qualcuno ricorda i The Knack?

Spalletti: per il prossimo campionato farò una Roma stellare, di veri marziani


Spalletti al termine della pesante sconfitta con la Juventus ieri (1 - 4) annuncia una campagna acquisti stellare per una Roma di marziani il prossimo campionato.

21 mar 2009

E Berlusconi chiuse con il fascismo del ventennio


Ennesima sconfitta storica per la sinistra, anche per me, che dopo più di sessant'anni di storia non era mai riuscita ad estirpare il partito degli eredi del ventennio mussoliniano e della RSI, divenuti poi MSI – DN e poi Alleanza Nazionale.
C'è riuscito Berlusconi, ammaliandoli, rivestendoli con gli abiti buoni, facendo smettere la camicia nera per sostituirla con la azzurro FI/manager di successo.
Bravo Berlsuconi, quelli hanno resistito alla sinistra, e tu nel giro di 15 anni li hai dissolti.
Immagino nelle loro sedi al posto del busto del Duce un Telegatto, il povero Mussolini si rivolterà ma tant'è anche il fascismo aveva fatto il suo tempo.
Che Berlusconi da anni ne stia proponendo una variante moderna ed aggiornata, questo è un altro discorso.
Di fatto è riuscito là dove noi di sinistra abbiamo sempre fallito.


Darkness on the Edge of Town - Bruce Springsteen

Bruce è amico mio. Di notte, a 19 anni, solo, in una stanzetta in affitto di una lontana città universitaria. Io e "Darkness" tutta la notte, per tante notti. Ora non posso più ascoltarlo. Un nodo della gola per quella che è stata la mia gioventù, che ora è andata via...


20 mar 2009

Stupro della Caffarella altri due arrestati


Altri due romeni arrestati per lo stupro della Caffarella.
Per la legge dei grandi numeri, di questo passo, prima o poi riusciremo a trovare i colpevoli.
Lo so che non è bello né giusto scherzare su questi fatti drammatici, ma ci sarebbe da indignarsi per come vengono condotte le indagini.
Il razzismo ed il pregiudizio non pagano, bisogna usare la testa per trovare i colpevoli.
Mi auguro che questi due nuovi che hanno fermato lo siano a differenza dei primi due.

Escalation esponenziale della TBC della Lega

Escalation esponenziale, dei casi di positività alla TBC, al Centro di Accoglienza nei pressi di Bari.
Ieri è trapelata per la prima volta la notizia e si parlava di un’immigrata morta (non si era fatta curare per paura di essere denunciata in quanto clandestina) e di un’interprete del Centro positiva al test.
Oggi emerge che sono stati effettuati circa mille controlli anti TBC e che circa 500 tra immigrati e personale sono risultati positivi al virus.
Non male come percentuale il 50%.
Il prefetto di Bari comunque ha rassicurato al popolazione che non si corre alcun rischio di contagio.
Ok.
Leggi l’articolo su Repubblica.

19 mar 2009

La TBC della Lega

Le opposizioni, le persone di buon senso, alcuni giornalisti, paperino e paperoga l'avevano annunciato: l'obbligo di denuncia degli immigrati clandestini da parte delle strutture sanitarie pubbliche avrebbe portato, tra gli infiniti altri, anche il problema delle epidemie e delle malattie.
La cronaca registra puntualmente oggi la prima vittima, positiva alla TBC. E' un'interprete della prefettura di Bari che è stata con ogni probabilità contagiata da una giovane nigeriana clandestina morta di TBC il 9 marzo scorso e che si era rivolta al CARA per richiedere l'asilo politico.
Allo stato la triste contabilità del decreto sicurezza registra un morto ed un contagiato.
Il decreto sicurezza deve ancora entrare in vigore e già miete le prime vittime.
Ottimo lavoro.
Leggi l'articolo su Repubblica.

Certi elettori di sinistra, De Magistris e Voyager


C’è poco da lamentarsi della situazione politica quando certi elettori di sinistra, quelli che una volta si usava chiamare compagni, leggono la politica come il programma Voyager legge la storia e la scienza.
Così accanto alla fola che non siamo mai andati sulla luna, che Atlantide c’era ed io l’ho vista, che le piramidi le hanno fatte gli extraterrestri e che Gesù veniva da Marte, si trova la spiegazione iperbolica che il magistrato De Xyz non va avanti nelle inchieste perché c’è un complotto internazionale demoplutocratico che lo vuol far fuori.
Il complotto spiega tutto e non è riscontrabile, ed allora via con trame di servizi segreti, spie, extraterrestri forse.
Questo modo di veder la politica richiama appunto Voyager e le religioni New Age, ed ha al suo fondo una filosofia vincente in tempi di mancanza di certezze come i nostri: ogni coglione può dire la sua verità che tanto è più fumosa ed arzigogolata tanto più sa di mistero ed è riservata a CHI SA, a chi è un iniziato ai misteri della politica e della giustizia e non un qualunque fesso che cerca con fatica di informarsi leggendo giornali e libri.
Se poi l’eroe vero o presunto alla fine dello psicodramma decide di usare la trama demoplutocratica candidandosi per un partituccolo qualunquista e di estrema destra specializzato nel riciclaggio di magistrati falliti, allora ancor più l’adepto, il compagno post moderno vedrà in questo fatto un segno celeste di riscatto e si consolerà dicendosi sicuro che la lotta riprenderà da una comoda ed inutile poltrona del parlamento europeo.
Contenti tutti.

18 mar 2009

Il declino di Berlusconi è iniziato?


Forse è solo un’illusione ottica, un vorrei ma non posso, l’allucinazione dell’acqua nel deserto ma sempre più ho l’impressione che il governo Berlusconi ed il premier stesso abbiano oltrepassato il vertice della parabola ed imboccato una lenta ma inellutabile discesa della stessa.
Mi guardo attorno e la discrasia tra la realtà virtuale e la realtà reale è divenuta drammatica. Anche gli adepti ed i devoti della televisione spazzatura, della televisione dei miracoli, mi sembra comincino ad avere difficoltà ad ignorare il nudo quotidiano.
Ascolto Franceschini e le sue uscite, invero abbastanza abili viste le mie non eccelse aspettative circa il politico ex margherita, e vedo che la sua comunicazione comincia a bucare lo schermo, ad essere incisiva sui giornali: in una qualche misura il suo attivismo comincia ad essere sofferto dal premier. Sui soldi ai precari il premier ha dato l’impressione che il re fosse nudo ed impotente.
Veltroni era più abile nella comunicazione di quanto non lo sia Franceschini, eppure al secondo riesce quell’incisività che il primo non raggiungeva mai.
Quindi è lecito il dubbio iniziale che sia cambiato qualcosa nella società e che sia qualcosa di più un’illusione.
L’impressione e la speranza è che gli italiani si stiano svegliando, sotto le botte della realtà e della recessione, dal sonno della ragione cui si erano lasciati andare.
Certo i consapevoli rimarranno minoranza ma questa, se robusta ed autorevole, potrebbe essere sufficiente per cominciare a marcare la svolta.
Ne abbiamo bisogno, un grande bisogno. Il tempo lavora dalla nostra parte…almeno sino a quando non si raggiungerà il punto di non ritorno
.

17 mar 2009

Mercato del disco di Verona - Domenica 15 marzo 2009

A Day at the Races, avrebbero detto i Queen, Alla Fiera dell'Est Branduardi, io più modestamente potrei dire alla fiera del disco domenica mattina.
Già l'annuale mercatino del disco in vinile usato e nuovo in uno stanzone della Fiera di Verona.
L'anno scorso fui virtuoso, comprai qualche titolo, spesi poco.

Domenica invece, pur senza esagerare me ne sono tornato con un discreto bottino.
Cinque lp nuovi a prezzo pieno e tre usati.
Non ho saputo resistere, come un bambino con la marmellata.
I titoli? Cominciando dagli album nuovi mi son preso una ristampa 180 gr di The Band “Music from Big Pink”, bellissima quella copertina ed irresistibile i colori pastello, l'edizione in cd non regge il confronto nemmeno lontanamente.
Poi, ho un debole per i picture, un Revolver dei Beatles di gran bell'effetto quando gira sul piatto, poi un “Wheels of Fire” dei Cream, sempre da 180 gr.
Ho poi trovato un paio di chicche nuove dei Pink Floyd. Due album di cui non sospettavo neppure l'esistenza, non bootleg, ma EMI con outtakes delle sessions di “The Dark Side of The Moon” il primo e l'altro invece con demo e alternate takes di studio del 1967 e delle sessions per Zabriskie Point. Registrati benissimo con classica qualità Pink Floyd. Su questi album tornerò in futuro perchè valgono una recensione.
Infine gli usati: un Cat Stevens che mi mancava “Catch a Bull at Four”, il Joe Jackson di “Look Sharp!” e i Los Lobos con “La pistola y el corazon”, quest'ultimo gentilissimo omaggio dell'amico Luka, compagno di razzia in Fiera.
Com'era l'ambiente? Il solito: varia umanità, parecchi collezionisti ma anche molti e più simpatici appassionati come noi.
Per il resto lo possono meglio raccontare alcune fotografie che ho scattato.

16 mar 2009

Just the Way You Are - Billy Joel


E' un testo , coinvolgente .... "esattamente come sei, just the way you are" così ti amo, così ti voglio. Non cambiare nulla, né il colore dei capelli, né il tuo modo di vestire; non voglio conversazioni brillanti, non devi essere bella per essere l'oggetto della mia passione ... quale donna non vorrebbe sentirsi dire queste parole e soprattutto sentirsele dire nei momenti peggiori, quelli in cui ci si vede (o qualcuno ti ha fatto sentire) dei mostri, o vecchie o non all'altezza.
Tutta la vita, l'adolescenza, la giovinezza a lottare per essere "perfette" o quasi, ..... non vai mai bene per nessuno, genitori, professori, amanti, amici e sempre a lavorare, lavorare, lavorare perchè non hai mai fatto abbastanza, studiato abbastanza, non sei abbastanza bella, disponibile non hai amato abbastanza bene. La critica (anche di chi ti vuol bene, anche di chi lo dice "per il tuo bene"......) è sempre in agguato. Ecco perchè, ascoltata la prima volta , ho sognato che qualcuno me la dedicasse e mi dicesse le stesse parole e non parlo necessariamente di un uomo, o non solo, ma anche di un amico/a, di un familiare, di qualcuno che mi convincesse che io andavo bene così com'ero, che ce l'avrei fatta comunque.

ciao, Emma.

15 mar 2009

La sinistra italiana è al Governo e non lo sa, o ha un male oscuro?


La sinistra dev'essere un luogo inospitale. Piena di cattivi, fredda, brulla.
La sinistra si lamenta ma i suoi figli, figliocci, ex protetti sono al governo con il centro destra, anzi sono il centro destra
Ci dovremmo interrogare sul perchè di questa situazione.
Trovo interessante una risposta a questo interrogativo, però sui giornali spessissimo non se ne fa cenno.
Ho fatto una piccola e parziale ricerca ed i risultati sono interessanti.
Ecco un elenco di alcune personalità del centro destra attualmente al Governo che alle spalle hanno un passato nella sinistra e che hanno cambiato casacca. L'elenco è ampiamente incompleto ma significativo di un malessere di un male oscuro che con ogni evidenza esiste e forse è sempre esistito a sinistra: che forse Mussolini non era un socialista rivoluzionario?

Silvio Berlusconi – Presidente del Consiglio.
Nel suo caso non è possibile individuare un passato militante in un qualche partito, ma è sempre stato accreditato di simpatie socialiste, sia pure del PSI craxiano.

Renato Brunetta - Ministro della Pubblica Amministrazione.
Vanta un passato nel partito socialista craxiano.

Eugenia Roccella - Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.
Ex femminista ex Partito Radicale.

Maurizio Sacconi - Ministro del Lavoro, della Salute e delle politiche sociali.
Ex Cgil ex Partito Socialista.

Sandro Bondi – Ministro per i Beni e le attività culturali
Ex FGCI, Ex PCI poi incontra la luce e si scopre poeta per il suo signore.

Gaetano Quagliarello – Senatore PDL
Sconosciuto ai più si è distinto per gli aver insultato Presidenza della Repubblica e Beppino Englaro (insulti smentiti dal senatore), comunque pure lui è di provenienza radicale.

Ce ne molti altri penso a quel Capezzone già segretario del Partito Radicale ed ora non si sa ..., a Giuliano Cazzolla deputato pdl dopo quasi 30 anni nella Fiom CGIL, a Gaetano Pecorella deputato pdl che partito da Potere Operaio, passato da Soccorso Rosso Militante, e quindi Democrazia Proletaria, Partito Socialista eè approdato a Forza Italia......ah infinequadi dimenticavo Cicchito ex Psi anche lui, ma la domanda è : ”C'è un male oscuro nella sinistra italiana? Perchè produce la classe dirigente di destra?”

Qualcuno ha qualche idea? Di sicuro la sinistra è un ambiente ostile se così tanta gente fugge verso altri lidi.


14 mar 2009

Savianocontinua, io ci sto


“Nessuno ormai, dopo Gomorra, può dire di non sapere, di non sospettare” (Franco Roberti). Nessuno ormai, dopo Gomorra, può continuare a comportarsi come se nulla fosse.
Savianocontinua sta tornando per dire che non tutto il Paese è anestetizzato da una dieta mediatica fatta di “culi e veline, pianti degli amanti, situazioni fasulle” (Dario Fo).

Riprendo e pubblicizzo questa iniziativa di civiltà, questo barlume di luce in un paese sull'orlo della tenebra.
Savianocontinua è un'iniziativa spontanea nata a Milano da un gruppo di amici, che hanno dato vita ad un blog (savianocontinua.blogspot.com). Se volete aderire/partecipare potete spedire una mail con la vostro foto all’indirizzo continua@hotmail.it e indicare il nome, città di residenza mettendo come oggetto “PARTECIPO”.

Pubblicizzate questa iniziativa prepolitica, di civiltà. A volte per fare grandi cose bastano le piccole, come ad esempio una segnalazione sul vostro blog o parlarne ad un amico.




13 mar 2009

Luka - Suzanne Vega


Anno 1987, album Solitude Standing e Suzanne trova il grande successo con l'aiuto di due singoli "Luka" e "Tom's Diner".
Successo meritato per questa cantante californiana ma cresciuta a New York e newyorkese dentro come Woody Allen.
Quell'album e questa canzone sono diventati dei classici di un certo minimalismo ed intimismo.
La canzone non mostra i segni dell'età, scivola via ancora oggi dolce e pulita, al di fuori del tempo.
Brava Suzanne.

Beautiful Agony - Le pazzie del web



Evoluzione musicale



12 mar 2009

Verona ex città dell'amore - Appello alla diffusione di questa lettera aperta

Foto segnaletica di Vittorio Foa
Cosa accadrebbe se domani in un qualsiasi condominio di Borgo Roma, Borgo Trento o Borgo Venezia arrivassero funzionari di Polizia in divisa, svegliando all’alba tutti i membri delle nostre famiglie, per fotografarci di fronte e di profilo, con un cartello identificativo in mano, dicendoci che si tratta di un’operazione di controllo? come reagiremmo? Certamente lo riterremmo intollerabile e gravemente lesivo della nostra dignità.
Noi sottoscritti, cittadine e cittadini veronesi, abbiamo saputo che, all’alba del 5 marzo 2009, agenti di Polizia della Questura di Verona hanno videofilmato e fotografato, di fronte e di profilo, le persone residenti o domiciliate presso le piazzole di sosta di Strada La Rizza, Forte Azzano, famiglie residenti in Verona da decenni; si tratta di nostri concittadini italiani che si riconoscono come appartenenti alla minoranza etnico-linguistica Rom
Apprendiamo da un quotidiano locale che questi concittadini sarebbero stati fotografati da personale di Polizia con un cartello in mano indicante cognome, nome e data di nascita e numero progressivo, nonostante il possesso da parte loro delle carte di identità e la loro regolare iscrizione ai registri anagrafici; sarebbero stati sottoposti a tale procedura anche alcuni minorenni.

Leggi tutto e aderisci all'appello (link)

11 mar 2009

Vota gli album di Bruce Springsteen

Dopo l'esperimento con i Pink Floyd, di successo e tuttora attivo (non ci sono limiti temporali al voto e quanto prima renderò visibili i voti sin qui espressi), ho pensato di far lo stesso sondaggio “Vota gli album di ...” con l'altro mia passione assoluta: il Boss Bruce Springsteen.
Vi troverete l'elenco di tutti i suoi album, compresi greatest hits, ed una casella in cui indicare il suo concerto della vostra vita.
L'ho visto solo quattro volte: nel 99 a Bologna, nel 2003 a San Siro, nel 2006 a Verona e nel 2008 ancora a San Siro.
Solo quattro concerti tutti stratosferici (ma si sa sono fan) tra i quali se devo sceglierne uno, scelgo quello del 28 giugno 2003.
C'è anche uno spazio nel questionario, dove chi se la sente, può recensire una canzone, un album, un concerto o raccontare un suo aneddoto su Springsteen.
L'idea è di fare poi, raccolti un po' di dati, un post con i contributi di tutti gli appassionati che sono intervenuti ed hanno votato e scritto le loro impressioni.
Senza il vostro aiuto sarà difficile cavarne qualcosa di bello e diverso, ma conto sull'entusiasmo ed il passaparola dei fan di Bruce.
Ciao e buon divertimento.




09 mar 2009

Vota gli album dei Pink Floyd


« La nostra musica può darvi i peggiori incubi, o lanciarvi nell'estasi più affascinante. Solitamente si verifica questa seconda opzione. Ci accorgiamo che il nostro pubblico smette di ballare: rimangono tutti in piedi, a bocca aperta, in estasi. »
Roger Waters.

Ieri ho tirato fuori tutti i miei vinili dei Pink Floyd e me ne sono riascoltati un bel po'.
Le immagini delle copertine hanno fatto riemergere tanti ricordi e così pure la musica. Mi sono rientusiasmato maneggiando i miei vecchi dischi, e mi è venuta la curiosità di chiedere ai miei lettori e a qualche passante "Ma a voi piacciono i Pink Floyd?".
Così ho fatto questo post ed il questionario di gradimento degli album. Nella speranza di trovare tanti appassionati/e vecchi/e e nuovi/e, vi auguro un buon divertimento nel rispondere alle domande che trovate qui di seguito.
NB: se non li conoscete tutti gli album potete anche rispondere ad una sola domanda, o a due o come più vi aggrada, qui non si condiziona nessuno. Oltre al voto sono graditi anche i commenti.
ciao.



07 mar 2009

LA VIOLENZA SULLE DONNE NON E' MAI GIUSTIFICATA - CHIAMA IL TELEFONO ROSA


8 marzo 2009, festa della donna.
Purtroppo ancora troppe donne subiscono violenze – di vario tipo: fisico, ma anche psicologico o economico. La gran parte di questi atti criminali subiti dalle donne avviene in ambito familiare o per opera di conoscenti, amici. Molto spesso le donne non denunciano per paura di ritorsioni, per non sentirsi ancor più disprezzate, svilite, perché pensano che nessuno possa aiutarle. Decidere di uscire allo scoperto, di denunciare o anche solo di farsi aiutare non è facile, ma qualcuno che può aiutare le donne c'è. A Verona, e in altre città d'Italia, è attiva l'associazione Telefono Rosa che si occupa proprio di dare un sostegno a donne vittime di violenza. Le operatrici del Telefono Rosa sono volontarie che raccolgono al telefono i racconti delle vittime e danno loro sostegno, oltre che metterle in contatto, se le donne lo desiderano, con legali o psicologhe. Se qualcuno dei lettori di questo blog vuol festeggiare concretamente l'8 marzo può sostenere anche economicamente il Telefono Rosa con una donazione – i riferimenti sono sul volantino.

LA VIOLENZA SULLE DONNE NON E' MAI GIUSTIFICATA -
CHIAMA IL TELEFONO ROSA
045-8015831


06 mar 2009

Il Monolito di Kubrick


Di Stanley Kubrick - New York, 26 luglio 1928 – Harpenden, 7 marzo 1999 - domani ricorre il decimo anniversario della morte. Mi piace ricordarlo con l'immagine del misterioso monolito di 2001 Odissea nello Spazio, simbolo di mistero, conoscenza, forse della psiche dello stesso autore e dell'uomo.


05 mar 2009

Testamento biologico: lettera appello di Ignazio Marino


Carissima/o,
Ti scrivo per chiederti un piccolo sforzo per una importantissima causa. Nelle prossime settimane il testamento biologico sarà al centro deldibattito in Parlamento, e la maggioranza intende approvare una legge che limita la libertà di scelta del citta dino imponendo alcune terapie, come l'idratazione e l'alimentazione artificiale. Le dichiarazioni anticipate di trattamento non saranno vincolanti: spetterà sempre al medico l'ultima parola. Qual è allora l'utilità di questa legge, se non si garantisce al cittadino che la sua volontà sia rispettata? La verità è che il ddl della destra è stato scritto per rendere inapplicabile il ricorso al testamento biologico. Oltretutto, la dichiarazione dovrà essere stipulata davanti ad un notaio, e rinnovata con cadenza triennale: vi immaginate cosa significa andare ogni tre anni davanti a un notaio accompagnati dal proprio medico di famiglia? Al contrario della nostra proposta poi, non è presente nemmeno uncenno alle cure palliative, all'assistenza ai disabili, alla terapia del dolore. Ti chiedo dunque di diffondere il più possibile l'appello, invitando tutti i tuoi contatti a sottoscriverlo: dobbiamo mobilitarci immediatamente per raccogliere centinaia di migliaia di adesioni e difendere il nostro diritto costituzionale alla libertà di cura. Se saremo tanti, il Parlamento non ci potrà ignorare. Nel prossimo dibattito in Senato il mio impegno personale è quello di dar voce alla vostra opinione, che credo coincida con quella della maggioranza degli italiani. Che vogliano utilizzare ogni risorsa della medicina o che intendano accettare la fine naturale della vita, i cittadini vogliono essere liberi di scegliere. Ti ringrazio infinitamente e conto su di te per far circolare il più possibile l'appello per il diritto alla libertà di cura (link) e grazie perché abbiamo già raggiunto quasi 100.000 firme!


Ignazio Marino


http://www.ignaziomarino.it/


Le Ronde - Come ci vede Le Monde



Scambi d'insulti e botte a Padova. Ancora insulti, botte e un dito rotto a Piacenza. Il bilancio delle ronde è meno grave di quello di un incontro di rugby ma testimonia la tensione tra i promotori di quest'iniziativa e i loro avversari, che la polizia, sia a Padova sia a Piacenza, ha dovuto separare. Ma gli agenti che sono dovuti intervenire non hanno apprezzato il fatto di dover garantire la sicurezza a delle persone che pretendono di ristabilirla al loro posto.
Nota: nell'articolo il giornalista indica il Ministro della Difesa La Russa come Ministro dell'Interno, direi un significativo lapsus.
Le Monde, Francia. (link)

Old Dan Tucker - Bruce Springsteen


...nella vostra belisssima citta...Una grande emozione aver potuto assistere ad un concerto del Boss, con acustica perfetta (una volta tanto almeno!). Era il 5 ottobre 2006 tempo perfetto un po' fresco ma a scaldare ci pensò la musica. Gran concerto e grande musica. Pensare che molti fan di Bruce pensano che le Seeger Sessions rappresentino uno Springsteen minore. Niente di più sbagliato.

04 mar 2009

Gott mit uns - Il Don e Forza Nuova

Don Giulio, prete lefebvriano, si definisce "gesuita itinerante", qui ritratto insieme a Roberto Fiore Segretario di Forza Nuova.
La benedizione.
Il Pastore alla guida del gregge d'anime.
Link al sito di Repubblica per vedere tutta la fotogallery.

Terra e Libertà - L'Internazionale - Ken Loach


Niente da aggiungere.

03 mar 2009

Foto di Verona

Domenica scorsa, il 1° marzo, ho fatto una cosa insolita.
Ho fatto il turista nella mia città, dove son nato e che vedo tutti i giorni.
Ho preso la macchina fotografica ed ho fatto un giro in centro. Un piccolo tragitto ad immortalare Porta Borsari, l'Arena, Piazza Bra ed il Castello Scaligero o Castelvecchio che dir si voglia.
Mi son ritrovato ad osservare monumenti che vedo da sempre ma senza mai osservarli sul serio, dandoli normalmente per scontati, quasi banali.
Addirittura per la prima volta in vita mia sono andato a visitare l'Arena, così com'è quando è spoglia di palcoscenici e pubblico, dopo esserci stato decine di volte in occasione di concerti.
Bello girare per i gradoni dell'Arena in quasi solitudine e per le vie del centro deserte nelle ore centrali di una domenica di foschia. Mimetizzato da turista tra soli altri turisti mi son goduto la mia città ed ho evitato i miei concittadini.
Per visualizzare la fotogallery completa CLICCA QUI.


02 mar 2009

Radiohead


Da bambino ero affascinato dalle porte girevoli. Non ce ne sono molte da noi o almeno non erano molto presenti nella mia vita di tutti i giorni. Le vedevo molto spesso alla televisione. Nei film americani, quelli che trasmettevano alla rai alla fine degli anni sessanta e nei primi anni settanta, era un diluvio di porte girevoli. Almeno una per film. Ho spesso sognato di essere uno di quei ragazzi con il cappellino che invitavano gli attori ad entrare nella hall dell'hotel o ad uscirne. E poi immagini di Stanlio ed Ollio che ne rimanevano immancabilmente travolti. Qualche volta capitava poi per davvero anche a me di entrare per una porta girevole: bellissimo. Mi ricordo che entravo per gioco e avevano un fascino tale che presto la mia gioia si trasformava in ansia e senso di prigionia perchè loro non mi lasciavano più uscire. Era talmente forte la circolarità, il girare solidale a quel perno di metallo, camminare, muoversi con tutto che si muove insieme a te che alla fine è come starsene fermi, che ne venivo schiacciato da questa forza superiore ed ineluttabile. Qualcuno mi tirava fuori da quella giostra, il tempo di rassicurami, che mi sarei ricordato di come uscirne una volta che ne fossi stato prigioniero e mi rigettavo in quel girotondo, alcuni giri e ancora ne ero succube, costretto a ruotare senza fine. Giochi di bambini. Oggetti, idee che godono di forza propria misteriosa e inspiegabile. Revolving doors che danno in continuazione infinite possibilità di prendere tante vie quante ve ne sono a 360 gradi intorno a noi, contraddicendo così l'idea diffusa che il tempo scorra su una linea retta e sia immancabilmente diretto in un solo senso di marcia. Infinite possibilità finchè si resta in questa sorte di cerchio magico. Luogo aperto e chiuso. Guscio e porta maestra verso tutto il mondo e tutte le sue possibilità. Metafora del sé e della realtà. Porte ovunque, scelte infinite e senso di protezione, ripiego su sé stessi, reale ed irreale. Binari dialettici su cui si srotola l'esistenza. Ovvio che da adulto, pur conservando le porte girevoli ancora un qualche fascino, l'oggetto è cambiato. E' stato sostituito da molte e non ben definite situazioni, sapevo che c'erano ma non sono mai andato a rendermele evidenti, le ho sempre lasciate sottotraccia. Forse era troppo difficile dar loro un nome, definirle. Ma a un certo punto il fascino della porta girevole è riemerso e si è evidenziato ed ha preso forma e sostanza grazie alla musica dei Radiohead: quella di Kid A e di Amnesiac. Questi due album hanno un potere ipnotico irresistibile. Proiettano in altri mondi, si viaggia nel tempo della propria esistenza, si può tornare indietro, andare avanti, prendere altre strade nel passato e nel futuro, si può stare fermi a prendere tempo ce ne si può porre fuori dal suo scorrere e guardarlo come si guarda l'acqua del fiume che sembra sempre uguale e però non lo è mai. Musica come un'isola sul fiume dove tutto scorre e solo tu, solitario osservatore, stai fermo. Ti allontani dal fluire del tempo e dello spazio, delle persone, degli affetti, e ti senti unico e irripetibile in mezzo ad altri che si sentono e sono come te. Musica – Iper Porta Girevole che invece di ruotare solo di 360 gradi su un asse, gira nelle tre dimensioni a disegnare una sfera, un punto d'osservazione rassicurante ed inquietante insieme. Senso di chiusura e protezione insieme, quasi un ventre materno, un'astronave che però dà sempre la possibilità di andare ovunque nelle infinite direzioni che gli infiniti lati della sfera rendono possibile. A spiegare perfettamente questa mia suggestione una canzone da Amnesiac: Pulk-Pull Revolving Doors. Porte girevoli per l'appunto, rumori meccanici, rumori ancestrali, rumori di ricordi, di vissuto di circolarità. Inquietante e rassicurante, chiusa e aperta a tutte le soluzioni. Silenzio e rumore. Per sempre verso l'infinito. Arte moderna pura.