26 ago 2011

La lettera di Veltroni - Buon viaggio Walter

Me la sono letta la lettera di Uolter pubblicata su Repubblica dal titolo:
"Il riformismo può salvare l'Italia ecco i punti del cambiamento".

Bella, vera, ma già letta un milione di volte. Sono stanco e stufo. Anche Veltroni ha rotto.
No non crediate che io pensi come molti che:
"Tutti sono uguali,
tutti rubano alla stessa maniera".
perchè veramente: " è solo un modo per convincerti a restare chiuso dentro casa quando viene la sera".

No è che Veltroni, che pure credo sia un brav'uomo, mi ha deluso, da tanto e troppo tempo.

Gli consiglierei d'ascoltare il suo vecchio amico Francesco e d'andarsene, come solennemente promesso anni fa, in Africa...buon viaggio Walter.

Trash food, segno dei tempi


Certo che Repubblica (il sito del giornale) tra fotogallery di dive con il culo al vento e gossip dei famosi, ultimamente fa concorrenza al Tg 1 del Minzo, mancano giusto i consigli sul bere tanto quando fa caldo e poi diventerebbero indistinguibili.
Fatta la premessina polemica e banalotta, sfogliandolo ho visto l'ennesimo servizio estivo. Sembra che sul pianeta terra ci siano un miliardo e mezzo di obesi...non poco.
Sembra anche che in buona parte l'obesità interessi soprattutto le classi meno abbienti, anche qui con le dovute eccezioni dell'obeso ricco.
Si mangia cibo scadente ed industriale, i ricchi un po' meno.
Singolare segno dei tempi, una volta i poveracci erano magri, denutriti (ancora nel terzo mondo) e morivano di pellagra, ora muuoiono di infarto, mentre i ricchi che una volta erano belli grassottelli ora, soprattutto le ricche, sono magri ed in forma...il fitnesss!!!
I poveracci hanno fatto la rivoluzione, hanno mangiato come i ricchi, e poi si son comuqne trovati dalla parte dei perdenti.
Che sfiga.

25 ago 2011

Arrestare questa merda ...no?!


Non dev'essere nemmeno difficile trovarlo, basta seguire il puzzo di carogna.

Un pezzo di fumo paradisiaco


24 ago 2011

Lettera a Hitler

Il 23 luglio del 1939 Ghandi scriveva questa lettera ad Adolf Hitler, Berlino - Germania.

“Dear friend,

Friends have been urging me to write to you for the sake of humanity. But I have resisted their request, because of the feeling that any letter from me would be an impertinence. Something tells me that I must not calculate and that I must make my appeal for whatever it may be worth.

It is quite clear that you are today the one person in the world who can prevent a war which may reduce humanity to a savage state. Must you pay that price for an object however worthy it may appear to you to be? Will you listen to the appeal of one who has deliberately shunned the method of war not without considerable success? Any way I anticipate your forgiveness, if I have erred in writing to you.

I remain,
Your sincere friend

M. K. Gandhi”

21 ago 2011

Povero Hermann Hesse

Ho appena visto al tg3 regionale del Veneto un farneticante servizio sul raduno prossimo venturo dei neonazisti in un paesino della provincia di Treviso (Pieve di Soligo).
Un plauso alla Rai che prendeva le mosse per il servizio da una riunione odierna dell'Anpi nella stessa Pieve di Soligo - come a dire la par condicio bieca, misera e mistificante prima di tutto per dire all'italiota che con i caldi di questi giorni si è fottuto il residuo, invero misero, di cervello che gli era rimasto che sullo stesso piano sono partigiani e nazisti.
E poi pure il premio Pulitzer alla giornalista che leggeva il servizio, confondendo il povero Hermann Hesse con Rudolf Hess...."I naziskin hanno esposto uno strisione inneggiante a Hermann Hesse il delfino di Hitler..."
E che cazzo si può dire dopo una puttanata del genere?!

19 ago 2011

Mauthausen - 8 agosto 2011


17 ago 2011

Legalizzare liberalizzare


Caro Vasco, inutile che t'incazzi, questo, il Giova, non distingue il giorno dalla notte, la destra dalla sinistra, tutt'al più discerne la mazza dalla mazzetta, ma questo è un altro discorso.

16 ago 2011

Regalare 5 giornate di lavoro

Questa la ricetta del sig. tomat (scritto in minuscolo non a caso).
Questa la genialata del presidente della confindustria del veneto, per uscire dalla crisi i lavoratori dovrebbero lavorare 5 giorni all'anno gratis per l'azienda.
E chi ancora pensa che con questi dirigenti usciremo mai dalla crisi è un illuso.
A proposito mi devo ricordare di non comprare mai un paio di scarpe della lotto (le scarpe che il signor tomat fa comunque già fare in cina).

15 ago 2011

90.000, ma per finta eh?

Nulla aveva scatenato nei media tanta solidarietà dell'ipotesi di prendere a prestito una piccola quota del reddito di chi guadagna di più di 90.000 euro all'anno.
Sconcertante quanta pena facciano i ricchi nell'immaginario collettivo.
Ma già serviva uno specchietto per le allodole a togliere l'attenzione sulla vera bastonata (quante ormai?) alle classi inferiori: disoccupati, pensionati (quelli con le pensioni guadagnate con 40 anni di lavoro), cassintegrati, precari, lavoratori dipendenti e piccoli e piccolissimi autonomi.
Coraggio che il contributo su quelli con più di 90.000 alla fine non lo metteranno, e saremo tutti felici che di altro non si parlerà e poi fra poco comincerà pure il campioanto di calcio e finirà quest'incubo estivo.

09 ago 2011

Gita a Mauthausen

Posterö le foto quando sarö in Italia. Nessun commento verbale, non e´ possibile.

07 ago 2011

Speriamo che gli venga un coccolone

Ok, e´un post volgare ed inutile, e qualunquista, ma tutti gli anni quando vado in vacanza all´estero, all´avvicinarisi del rientro mi viene una voglia insana si ritornare in Italia e trovare una qualche novita´. Mi accontenterei di una sola, sempre la stessa...che ci volete fare sarö un banalotto qualunquista ma tant´e´ vorrä dire che la mia vera natura sarä questa.