28 dic 2013

E se poi Renzi a sorpresa...

si collocasse a fatti e no a parole più a sinistra dei vari fassina, orfini, pinco palla e compagnia? Se il buongiorno si vede dal mattino rischiamo una sinistra dei fatti contro quella parolaia che tanti amano ancora. Che trauma. Pensare che c'è gente che non passa più dal mio blog perchè son diventato berluschino avendo votato Renzi come ultima spiaggia.

17 dic 2013

Sempreverde Gramsci

Il fascismo si è presentato come l’anti-partito, ha aperto le porte a tutti i candidati, ha dato modo a una moltitudine incomposta di coprire con una vernice di idealità politiche vaghe e nebulose lo straripare selvaggio delle passioni, degli odi, dei desideri. 
Il fascismo è divenuto così un fatto di costume, si è identificato con la psicologia antisociale di alcuni strati del popolo italiano.
(Antonio Gramsci, L’Ordine Nuovo, 26 aprile 1921)

13 dic 2013

Forconi ancora ed il modello Ungheria..la colpa è degli ebrei

Questa è una finta rivolta, che ha nome e cognome. 
Dire questo non significa negare che il disagio e la disperazione non vi siano, ma semplicemente inquadrare politicamente il movimento. Si tratta chiaramente di una reazione, e quindi di un movimento reazionario, la versione moderna delle bombe fasciste anni 70 che invece di avere la funzione di stabilizzare un governo ed essere messe da un apparato filogovernativo, sono una destabilizzazione del governo da parte di una novella opposizione che fino 10 giorni fa era parte essenziale del governo stesso.


E qui. 

10 dic 2013

I forconi littori

Quando certa gente scende in piazza,quando teppaglia, ultrà da stadio, attivisti di casa Pound, che non si lasciano scappare l'occasione per menare le mani, minacciare, distruggere e dare manforte ai giacobinismi di categorie piccolo borghesi(padroncini, tassisti, contadini) che storicamente hanno alimentato il malgoverno mandando al potere qualsiasi intasafogne che promettesse loro il mantenimento delle posizioni di privilegio ed una certa tolleranza fiscale, ebbene quando questa gentaglia va in piazza il gioco si fa pericoloso, le forze dell'ordine ondeggiano (sempre molto meglio pestare operai e innocenti vari come avvenne a genova), e la violenza fascista si può percepire e respirare nell'aria. I più corrotti ora piangono il morto, e cercano di affermarsi saldando pericolosi intrecci tra la violenza politica dei delinquenti di estrema destra, cresciuti ed addestrati nelle curve degli stadi di calcio, ed i soldi della malavita organizzata. E che fanno i poliziotti di fronte a questa teppa? Solidarizzano. C'è veramente da aver paura.

09 dic 2013

Il discorso di Renzi

Me lo sono ascoltato tutto il discorso da vincitore delle primarie di Renzi. L'ho trovato trascinante e molto molto efficace. Ne ho visto anche i limiti, ma bisogna anche cominciare a pensare che questo nostro non è un paese di intellettuali, ci sono anche tante persone semplici che hanno bisogno di discorsi efficaci e comprensivi. 
La logica di base è sempre quella: vocazione minoritaria o maggioritaria? 
La vocazione minoritaria ci ha portato alla situazione odierna, un berlusconi finito da una parte ma con ancora un berlusconismo sociale diffuso e il grillismo dall'altra. Si dovessero saldare anche non politicamente ma solo numericamente, l'Italia andrebbe a rotoli, perchè dietro loro, e credo anche al di là delle loro intenzioni, ci sono pronte minoranze veramente pericolose. 
Guardate il movimento dei forconi, un tentativo di sciopero generale sostenuto dall'estrema destra (e per estrema destra intendo qualcosa di veramente vicino ad alba dorata) e la malavita organizzata e intendo mafie varie. 
Il malcontento e la disperazione ci sono, la povertà pure, quindi qualcuno tenterà di cavalcarle eversivamente. 
Stiamo attenti e vediamo di smorzarlo noi l'incendio possibile.

05 dic 2013

Un branco di cialtroni

Un branco di cialtroni, eletti, anzi nominati da una legge che si son fatti ad uso e consumo per non permettere al centrosinistra di governare, ora, dopo la sentenza della Consulta, si scandalizzano e cercano di picconare anche la Presidenza della Repubblica, eletta da loro stessi.

Quel grottesco essere di Calderoli che urla e strepita più degli altri, senza alcuna vergogna di esserne stato il propinatore di questa legge truffaldina.

Un parlamento impotente. Solo cani sciolti che si azzuffano, che ridono e speculano sulla prova provata del loro dilettantismo, del loro eversivismo da bar sport.

Un sigillo a certificare la fine della seconda, o della prima repubblica, e del berlusconismo produttore di macerie, sociali, materiali, morali,politiche, etiche, estetiche - basti pensare a quell'icona dell'ignoranza e del brutto chiamata brunetta.


04 dic 2013

Senatori a vita non degni

Claudio Abbado, Elena Cattaneo, Renzo Piano, Carlo Rubbia a detta di Forza Itaglia, non son degni loro e relativi curricula d'esser stati nominati Senatori a Vita.

Il partito del Trash politico che ha dominato per 20 anni la politica itagliana, svilendola e svilendo tutto il paese e la sua cultura, non trova nulla di meglio che sparare una cazzata di proporzioni colossali per star sempre sulle prime pagine dei giornali.

Al posto di Claudio Abbado potrebbe andare Checco Zalone, in fondo si esibisce davanti al pubblico pure lui.

Al posto della Cattaneo potrebbe andare per meriti accademici un altro illustre ricercatore e professore universitario:Renato Brunetta, ne sarebbe all'altezza.

Al posto di Renzo Piano il cane Dudù, che ci vuole a tirar sù palazzine? Boni tutti.

Al posto di Carlo Rubbia, vedrei bene la Gelmini specialista in neutrini e ....

Finirà questo ventennio trash, e finiranno le sue icone, compresa l'ultima triste e grottesca rappresentata da Checco Zalone.

Le mutande verdi di Cotissimo

 
Persino le mutande verdi per coprirsi il faccione da beota s'è fatto rimborsare il cota.
E che qualcuno non si azzardi a dirmi che sono un populista o, peggio ancora, un grillino che per inciso hanno dato una grande mano perchè quel deficiente ladro venisse eletto presidente della Regione Piemonte.

Nel frattempo son sempre qua che aspetto che qualcuno scoperchi quel che ha fatto la Lega, in primis con la sanità, in Veneto. Ma ho pazienza, pazienza, arriveranno anche qui a vedere il verminaio che ribolle da tanti anni ormai.