9 nov 2012

Adriano Sofri: "Se la merda avesse valore, i poveri nascerebbero senza culo"

I suoi racconti che diventano analisi sono sempre il massimo per lucidità e chiarezza.

Una fotografia che non ammette repliche e che non fa sconti a nessuno.

Alcuni estratti, parlando della crisi spagnola:
"La casa passa alla banca, e la banca o chi per lei la ricompra all'asta, a un prezzo fortemente inferiore; ma il sequestro della casa, e la speculazione sul prezzo che consente, non bastano a estinguere il debito: il proprietario espropriato deve pagare la differenza con la valutazione iniziale del valore della casa, più gli interessi che continuano a correre. Una rapina a vita, difficile da credere."

"Abbiamo imparato che i poveri vanno in rovina mentre gli Stati o le banche fanno default. Non è solo una riverenza lessicale, come ammonisce la sentenza: "Se la merda avesse valore, i poveri nascerebbero senza il culo" 

"Pagano i poveri, pagano gli impoveriti: si spogliano di case, di risparmi, di piccoli patrimoni di famiglia, di progetti per i figli e di figli progettati."

Qui tutto l'articolo

2 commenti:

mr.Hyde ha detto...

Porca miseria - a proposito di miseria - Questo vuol dire essere lucidi.

nella ha detto...

Pillole di saggezza...Un grande!