09 mar 2009

Vota gli album dei Pink Floyd


« La nostra musica può darvi i peggiori incubi, o lanciarvi nell'estasi più affascinante. Solitamente si verifica questa seconda opzione. Ci accorgiamo che il nostro pubblico smette di ballare: rimangono tutti in piedi, a bocca aperta, in estasi. »
Roger Waters.

Ieri ho tirato fuori tutti i miei vinili dei Pink Floyd e me ne sono riascoltati un bel po'.
Le immagini delle copertine hanno fatto riemergere tanti ricordi e così pure la musica. Mi sono rientusiasmato maneggiando i miei vecchi dischi, e mi è venuta la curiosità di chiedere ai miei lettori e a qualche passante "Ma a voi piacciono i Pink Floyd?".
Così ho fatto questo post ed il questionario di gradimento degli album. Nella speranza di trovare tanti appassionati/e vecchi/e e nuovi/e, vi auguro un buon divertimento nel rispondere alle domande che trovate qui di seguito.
NB: se non li conoscete tutti gli album potete anche rispondere ad una sola domanda, o a due o come più vi aggrada, qui non si condiziona nessuno. Oltre al voto sono graditi anche i commenti.
ciao.



23 commenti:

zefirina ha detto...

the dark side è legato a dei ricordi bellissimi
(una delle colonne sonore della mia vita)

Maurizio Pratelli ha detto...

ripasso la materia... è meglio!

Mat ha detto...

Se mi piacciono i Pink Floyd??!! Li ascolto con immutata passione da quando avevo tre anni!
Mi hai dato l'idea per un nuovo post, mi piacerebbe risponderti con quello sul mio blog. Vedrò di ricavarne qualcosa entro oggi, o al massimo domani. Poi ne parliamo meglio, ok? Ciao!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Non li ho votati tutti, ho scelto quelli che conoscevo meglio e che mi legano ad emozioni più forti rispetto agli altri.

silvano ha detto...

Daniele...qui c'è ancora la libertà di fare quel che si vuole.
ciao e grazie.

gegio ha detto...

Purtroppo mi trovi impreparato, a parte che per gli album storici, quelli più venduti...Hai scoperto i Google documents, comodi e utili vero? Ti invidio perché riesci a metterli nel blog...

Luka, back on the corner. ha detto...

..azz. , hai inviato una cosa troppo bella che potrebbe diventare (spero) una valanga. I voti sono stati dati di stomaco, forse cambierei in 10 Animals, anzi fallo per me, grazie
ciao Silvano, sei un Grande.

3fix ha detto...

Mi riesce difficile dare un voto agli album dei Floyd, un po' come voler votare i quadri di Van Gogh. Per me son tutti notevoli. Sin dall'esordio con The piper at the gates of dawn, anche grazie alle direttive e all'incredibile creatività di Barret, si capisce che hanno parecchio da dire. Ogni album evolve nel successivo, i suoni diventano sempre più precisi, la tecnica sempre più raffinata sino a condurci, pezzo dopo pezzo, agli album perfetti: Dark side, Wish, Animals, The wall; risultato dell'evoluzone di tutto quello fatto prima (senza passato niente presente. Final cut (senza Wright alle tastiere) continuo a considerarlo un' estensione di The wall. Il dopo Waters, forse, meno brillante e creativo ma non per questo meno degno di nota... Per dirla come Dutch del Mucchio selvaggio: "Quello che si comincia si dovrebbe concludere insieme!". Sono legato affettivamente a tutti gli album dei Pink ma in modo particolare a Middle, Atom, Dark, Wish, Animals e The wall.
Ciao.

LENINGRAD COWBOYS ha detto...

devo confessarlo: in materia pink floyd sono un po' ignorante. dovrò ripassare.

condivido la tua analisi in relazione al mio post "la normalizzazione..." temo che la opposizione di centro-centro-centro sinistra condivida la stessa etica di Berlusconi. Hai parlato di piazza: giustissimo. Hai pochi canali di comunicazione (è anche da sottolineare che il potere golpista di Berlusconi ha radici nel silenzio-assenso delle opposizioni) quindi devi sfruttarli al massimo. Es: condanna Mills: il centro sinistra promuove manifestazioni di massa in tutta Italia e grida al golpe perchè grazie ad una legge ad hoc Berlusconi (il corruttore) rimane impunito; insomma fai un casino. ( e questo è il sogno). Di contro la realtà: Condanna Mills, lo stesso giorno Veltroni si dimette; così facendo i media di regime hanno un'ottima scusa per non parlare della condanna a Mills. La giornata quindi muta: da "Condannato Mills" a "Il fallimento di Veltroni. Grande mossa da parte di Walter e del Pd. Per non parlare dei temi bioetici: uno sconcio.
Il Pd alla luce dei fatti non poteva che implodere.
Mi farebbe piacere una tua riflessione in merito.
Ciao, Marco

ps: se vuoi puoi postare il mio post sul blog you are different. A volte mi dimentico di dirtelo ma ho piacere di collaborare; purtroppo dato il lavoro e la mancanza di internet a casa sono un po' discontinuo.

Anna ha detto...

Mannaggia, non associo tutte i titoli alla musica. Per certo li conosco tutti.
Come per Zefirina, non a caso siamo sorelle virtuali, The dark side è quello che associo maggiormante a ricordi bellissimi.
Tornerò per votare...

il portapizza ha detto...

mitici i PF!!!

la signora in rosso ha detto...

ero in barca sul Canal Grande quando sono venuti a Venezia. Serata immemorabile!

icynose ha detto...

Darei a tutto un dieci, per l'evoluzione che hanno dato alla musica, al fare concerti, all'utilizzo degli strumenti, ma per me, che ho ogni pagliuzza dispari dell'iride color pink (ed ogni pari floyd) Il muro e la suite di atom e l'overture di shine on u crazy e il riff di have a cigar e il rhodes di echoes ed il vocoder di dogs ed il catenaccio nel trial ed il missile di get your filthy hands e gli small furry animals e e l'assolo... hanno costruito la musica brick over brick, è un miracolo ogni volta, li ascolto, annoiato dalle mille volte che li ho ascoltati tutti e ogni volta ascolto un album nuovo, loro sono stati pazzeschi, purtroppo non ci saranno più.

Anonimo ha detto...

Non per fare il pignolo...ma manca Relics.Si è un'antologia,ma lì puoi trovare "See Emily play"...e scusa se è poco;o)...

Massimo ha detto...

per me, numeri UNO assoluti...

briccone ha detto...

Sono stato al loro concerto a Torino.
uno dei momenti più belli della mia vita

Anonimo ha detto...

I Pink Floyd sono finiti con The Final Cut....Comunque i migliori in assoluto.Un abbraccio a tutti

Anna ha detto...

I Pink Floyd finiti con The Final Cut...?! I Pink Floyd non sono finiti nemmeno con la morte di Barrett e Wright e la ragione è semplice: è musica senza tempo che ha attraversato e che attraverserà la sfera emozionale di tante generazione non conoscendo mai la parola Fine. Sono unici!

@enio ha detto...

i pink sono stati grandi in un'epoca dove primeggiare era difficile, ma loro ci sono riusciti. Io li ho visti in un concerto al Parco di Monza... memorabile!

Ferruccio gianola ha detto...

Quando sento la risata in Brain Damage, penso al sottoscritto, come faccio a non votarlo con il nove.
Blog interessante:-))
bravo:-))

Domenico ha detto...

grazie a mio fratello, che ha tutto, ma proprio tutto (tutti i dischi, poi diventati cd, tutti i libri scritti sull'argomento e due tatuaggi sul corpo) amo da 25 anni i Pink Floyd. Come album non saprei scegliere tra The dark side of the moon e The wall. La mia canzone preferita è Time.
Un piccolo appunto. Mio fratello ti considererebbe blasfemo perché hai fatto una cosa raccapricciante: lui ha suonato i vinili dei Pink Floyd soltanto una volta, per passarli in musicassetta (all'epoca, non c'erano i cd, che poi ha ovviamente acquistato)... Puro feticismo!!

Domenico ha detto...

Dimnticavo: ovviamente siamo andati a Cinecittà il 20 settembre 1994. Alle 8.10 eravamo già davanti ai cancelli, che sono stati aperti verso le 17.30. Mio fratello ci ha proibito di muoverci, difatti già in tarda mattinata eravamo in tantissimi. Siamo così riusciti ad arrivare tra i più vicini al palco, in uno spazio chiuso dove potevamo stare solo quelli che avevamo un particolare timbro sulla mano. Un'esperienza straordinaria, condensata dalla battuta di mio fratello a chi, dopo, gli chiese com'era stato: "hai presente uno che prega, prega e di colpo gli appare la Madonna? Ecco, quando è apparso Gilmuor sul palco ho provato una cosa del genere!"

Anonimo ha detto...

Mostri sacri della storia della musica