15 mar 2009

La sinistra italiana è al Governo e non lo sa, o ha un male oscuro?


La sinistra dev'essere un luogo inospitale. Piena di cattivi, fredda, brulla.
La sinistra si lamenta ma i suoi figli, figliocci, ex protetti sono al governo con il centro destra, anzi sono il centro destra
Ci dovremmo interrogare sul perchè di questa situazione.
Trovo interessante una risposta a questo interrogativo, però sui giornali spessissimo non se ne fa cenno.
Ho fatto una piccola e parziale ricerca ed i risultati sono interessanti.
Ecco un elenco di alcune personalità del centro destra attualmente al Governo che alle spalle hanno un passato nella sinistra e che hanno cambiato casacca. L'elenco è ampiamente incompleto ma significativo di un malessere di un male oscuro che con ogni evidenza esiste e forse è sempre esistito a sinistra: che forse Mussolini non era un socialista rivoluzionario?

Silvio Berlusconi – Presidente del Consiglio.
Nel suo caso non è possibile individuare un passato militante in un qualche partito, ma è sempre stato accreditato di simpatie socialiste, sia pure del PSI craxiano.

Renato Brunetta - Ministro della Pubblica Amministrazione.
Vanta un passato nel partito socialista craxiano.

Eugenia Roccella - Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.
Ex femminista ex Partito Radicale.

Maurizio Sacconi - Ministro del Lavoro, della Salute e delle politiche sociali.
Ex Cgil ex Partito Socialista.

Sandro Bondi – Ministro per i Beni e le attività culturali
Ex FGCI, Ex PCI poi incontra la luce e si scopre poeta per il suo signore.

Gaetano Quagliarello – Senatore PDL
Sconosciuto ai più si è distinto per gli aver insultato Presidenza della Repubblica e Beppino Englaro (insulti smentiti dal senatore), comunque pure lui è di provenienza radicale.

Ce ne molti altri penso a quel Capezzone già segretario del Partito Radicale ed ora non si sa ..., a Giuliano Cazzolla deputato pdl dopo quasi 30 anni nella Fiom CGIL, a Gaetano Pecorella deputato pdl che partito da Potere Operaio, passato da Soccorso Rosso Militante, e quindi Democrazia Proletaria, Partito Socialista eè approdato a Forza Italia......ah infinequadi dimenticavo Cicchito ex Psi anche lui, ma la domanda è : ”C'è un male oscuro nella sinistra italiana? Perchè produce la classe dirigente di destra?”

Qualcuno ha qualche idea? Di sicuro la sinistra è un ambiente ostile se così tanta gente fugge verso altri lidi.


13 commenti:

Ishtar ha detto...

Che la sinistra non permetta di guadagnare più tanti soldi?
Ti pare un motivo logico?
Mah visti i tempi e i risultati direi proprio di si, buona domenica, ciao :)

wilson ha detto...

Se conosco una nave, sò dov'è il leso ed è più facile allentarlo per farla affondare.
È chiaro che da solihanno fatto molto.

Dino ha detto...

Hanno solamente la faccia come il c...!!!

alexdoc ha detto...

Hai dimenticato Fratto Frattini, Cicciopotamo Ferrara (ex-PCI e PSI), Paolo "Compagno Straccio" Liguori (Lotta Continua->PSI), e tanti altri che non ho voglia di ricordare (sarebbero troppi). Un punto chiave però è alla base di molta parte di questo fenomeno: il fu PSI Craxiano era "Sinistra" solo di nome, ma non di fatto, in realtà è stato il pre-Forza Italia. Non è un caso che molti ministri, soprattutto economici, del PDL, provengono da quell'esperienza, e come Silvio stesso, non si sono mai dichiarati e non si considerano "di destra". I loro principali odiati nemici sono sempre stati, allora come adesso, i cosiddetti "cattocomunisti" (vedi uscita di S.B. su Franceschini in questi giorni). Per i provenienti dall'estrema sinistra o ex-radicali il discorso sembra ancora più complesso. Ma forse non lo è, molto semplicemente si offrono al miglior offerente disponibile su piazza, e a quel punto ne mutuano le "idee" (?) diventandone paladini e crociati con più entusiasmo e violenza dell'originale. Non lo ammetterà mai, ma sono convinto che il loro Capo Supremo prova nei loro confronti schifo, disprezzo e disgusto non meno di noi. Ciao e complimenti per il blog, scoperto da poco su quelli dei nostri grandi scrittori musicali preferiti. Tornerò a trovarti e a rileggere i post passati. A presto
Alessandro

alexdoc ha detto...

Altri due al volo, così, per non perdere il vizio: Elio "San" Vito (ex-radicale) e Fabrizio "Claudio" Cicchitto (ex-PSI, ma soprattutto P2, che conta molto di più come titolo di onoreficenza per meriti acquisiti, eheh!) Ecco qua i miei due blog di riferimento:

http://alessandrocker.splinder.com (mio personale, e solo musicale)

http://ilpeggio.wordpress.com (fondato con vari amici, un "collettivo" di satira totale come si usava negli anni 70)

silvano ha detto...

Alexdoc, intanto benevenuto.
Sono venuto sul tuo blog/splinder, mi son letto il tuo post su woad (su Riahnnon hai ragione al 100% anche se la citazione pesante dei kiss c'è), e volevo lasciare un commento ma non sono riuscito. Come posso fare a commentarti?
ciao, silvano.

alexdoc ha detto...

Ho risolto, adesso puoi scrivere, o almeno credo.

la signora in rosso ha detto...

Comprati o Venduti -Fai te!!

Anna ha detto...

Non so dare una risposta alla tua domanda, ma so per certo che le persone della mia generazione, cresciute nella FGIC, passate al PC, e poi alle varie fantasiose metamorfosi successive del partito,nonchè patetiche frammentazioni, e diventati dirigenti, sono quelli che hanno ridotto la sinistra allo stato attuale, considerando la politica un posto di lavoro e un trampolino di lancio per il loro arrivismo. Per cui non mi meraviglio se alcuni di loro sono passati alla destra.Lì si sgomita ancora meglio.E il padrone remunera più profumatamente. Quelli che son rimasti nella sinistra ne hanno determinato il declinio. Non saprei chi ritenere peggiore...

Antares ha detto...

si parte idealisti e poi si cambia per arrivare al potere

F. Zaio ha detto...

Evidentemente tutti hanno un prezzo. So da "interni" per esempio che negli ambienti di lavoro ti strapagano, se sei bravo, così anche se non sei in linea ideologicamente non puoi andartene, a meno di dimezzarti lo stipendio. Sì, certi personaggi sono andati dove si facevano più soldi. E non si vergognano neanche.

Maurizio Pratelli ha detto...

se il psi di craxi era qualcosa di sinistra anche silvio è di sinistra. Ma di cosa ci meravigliamo? abbiamo un paese allo s(fascio) e la politica nostrana continua a dare dimostrazione di essere disgustosa.

"Arturo" ha detto...

Pensa anche agli inizi di forza italia, anche allora erano in tanti gli ex.

Forza italia non è un partito è una azienda e pesca sul mercato, un buon curriculum e sei assunto: a quasi tutto c'è un prezzo.

Inoltre da giovani è facile essere di sinistra poi uno tiene famiglia.. normale normale.