28 gen 2012

Rebus


27 gen 2012

Se questo è un Uomo


Run, Baby, Run


22 gen 2012

La tragedia della Concordia diventa farsa, come sempre.

La tragedia Costa Concordia, grazie ai nostri mass media e relativi gran sacerdoti officianti si è presto trasformata in una telenovela.
Dei morti ormai non interessa più a nessuno e già si delinea il gran finale con tutti colpevoli e quindi nessun colpevole. Qualcuno si appassionerà alle sorti dello Schettino e presto lo compiangerà come si compiangono tutti i carnefici in questo belpaese. Infine una giornalista d'assalto suonerà al campanello dei parenti di una delle vittime e chiederà se si sentono di perdonare. Amen.

15 gen 2012

Capitani coraggiosi

Da quel che sembra ad ora emergere dal naufragio della Concordia, vorrei dire che quel capitano, quel comandante rappresenta la peggio Italia.
Gente così da itaglietta non deve più esistere. Di mediocri cialtroni ne è pieno il paese e se non li cacciamo lo faranno naufragare.

14 gen 2012

I taxisti e il PDL

Il PDL sembra molto preoccupato per la categoria dei taxisti.
Non una parola invece per i 500.000 operai e impiegati in cig a zero ore, e per gli oltre 4 milioni di italiani che hanno fatto cassa integrazione dall'inizio della crisi.

Ma quanti sono i taxisti? Quanto guadagnano? Quanto contribuiscono al PIL?

12 gen 2012

Camorra chiama e Lega risponde

Sulle cose importanti la Lega si riconosce sempre: fedele! Un vecchio e spelacchiato cane da guardia che viene lasciato libero ogni tanto qualche mezz'oretta nel cortile, ma mai di più e mai fuori. La catena è il suo orizzonte.

11 gen 2012

La rivoluzione culturale

Si parla molto in questi giorni di liberalizzazioni e spesso si confonde il concetto di liberalizzazione con il liberismo economico. Liberalizzare in realtà dovrebbe essere visto come un'azione di sinistra: dare a tutti una possibilità o più possibilità mi sembra profondamente democratico.

Nel mio piccolo, nella cerchia dei miei amici-conoscenti-colleghi, ho provato a pensare quanto sia pesato nella loro vita il dato corporazione.
Ho potuto constatare come il figlio dell'avvocato sia diventato avvocato, come il figlio del dentista sia divenuto dentista, tassista il padre e tassista il figlio, farmacista e farmacista, operaio e operaio, imprenditore e imprenditore.
Certo questa continuità di professione tra padri non interessa il 100% della popolazione ma una buona e maggioritaria parte sì.

Gli ascensori sociali in Italia non funazionano e la società attuale tiene in molto poco conto le attitudini e le capacità personali.

Una rivoluzione culturale più che economica è la sfida che aspetta l'Italia.

07 gen 2012

Rivoluzione

Siamo passati da "Far pagare le tasse è mettere le mani nelle tasche degli italiani" a "Chi evade le tasse mette le mani nelle tasche degli italiani".
Sarà anche un accontentarsi ma è la più bella rivoluzione sia pure solo semantica che sia accaduta in Italia da parecchio tempo.