22 dic 2012

Signor Ingroia con rispetto: non ho più l'età per 'ste stronzate

 "Se ci siete tutti, se ci siamo, anche quelli della società civile, io sono disponibile a candidarmi in un movimento unitario".

Un po' il solito vergine che più vergine non si può. Così vergine che prima di concedersi all'abbraccio del suo popolo, chiede un passo della politica tradizionale, piena assunzione di responsabilità, s'appella alla società civile. In somma io ho le mani pulite ma se voi non sarete all'altezza,colpa vostra, anche qui  il solito zero assunzioni di responsabilità. Ricette vecchiette, mal poste da un personaggio che non mi ispira per nulla.

Poi la ricetta è davvero ancora quella del passo indietro della politica a favore della società civile?

Ma da quanto tempo li sento questi discorsi?

Un piccolo capopolo che ancora mi racconta del discorso dell'analisi dal basso? E l'analisi dal basso chi la fa? E poi la società può e deve fare politica a livello di società civile, ma quando vuole diventare interprete del gioco nella sala buona deve anche sapersi assumere i diversi oneri, responsabilità, difficoltà che il far politica ai massimi livelli comporta.

E poi se la società civile è sana una sana classe politica se la dare da sè. Ma sono discorsi così vecchi che si perdono nel tempo e nella banalità.

Se questo è il nuovo arancio che avanza, mi pare la politica del gruppettaro, che potrà andare bene a livello di movimento, ma quando si vuole governare un paese in un contesto sempre più interconesso bisogna anche essere tecnicamente capaci.

La politica lasciamola fare a partiti strutturati, e lasciamo stare comici, impresari, ubriaconi da bar, e magistrati in  libera uscita reduci da esotici viaggi americani che sempre profumano della rivoluzione e del sangue (d'altri) che cercano compensazioni alle loro frustrazioni.

In questo paese di demagoghi abbiamo già fatto il pieno, di nominati non ne parliamo, lasciamo i demagoghi alla destra.

5 commenti:

mr.Hyde ha detto...

Non è facile, in due mesi darsi una credibilità..
La bella faccia, l'onestà, le buone intenzioni ormai non sono sufficienti.Sarà molto difficile votare al buio e sopratutto andare avanti per esclusione piuttosto che per la validità di un qualche programma..

José María Souza Costa ha detto...

Invito - italiano
Io sono brasiliano.
Dedicato alla lettura di qui, e visitare il suo blog.
ho anche uno, soltanto molto più semplice.
'm vi invita a farmi visita, e, se possibile seguire insieme per loro e con loro. Mi è sempre piaciuto scrivere, esporre e condividere le mie idee con le persone, a prescindere dalla classe sociale, credo religioso, l'orientamento sessuale, o, di Razza.
Per me, ciò che il nostro interesse è lo scambio di idee, e, pensieri.
'm lì nel mio Grullo spazio, in attesa per voi.
E sto già seguendo il tuo blog.
Forza, pace, amicizia e felicità
Per te, un abbraccio dal Brasile.
www.josemariacosta.com

nella ha detto...

Quanta verità nelle tue parole, ma poi ...quanta amarezza... e non è tutto!

Lucien ha detto...

Non conosco bene le proposte di Ingroia, (non credo che abbia intenzione di presentarsi senza una struttura organizzativa) certo che quando scrivi "La politica lasciamola fare a partiti strutturati" ... mi viene la nausea.

silvano ha detto...

L'affermazione "La politica lasciamola fare a partiti strutturati" , di per sè è forse infelice, certo non gode di popolarità; la preferisco però nella sostanza se l'alternativa sia che la politica la debbono fare i partiti di plastica come il PDL, un branco di razzisti come la lega, un neo campioncino del populismo come grillo, detriti della sinistra come Ingroia/DeMagistris/DiPietro/Orlando/Ferrero...
ciao.