09 feb 2013

Il pecoraio del cavaliere


Fidi collaboratori.

4 commenti:

Bastian Cuntrari ha detto...

Vedo che non ci sono commenti al tuo post: e dunque - come facevo a scuola quando non capivo (e nessuno capiva!) una lezione - eroicamente e coraggiosamente alzo la mano dal primo banco, perché sono una gnappetta, e confesso che non ho capito.
Ti secca spiegare? E scusa...

silvano ha detto...

Ciao BC.

Pecoraio lo dice l'aspetto.
Del cavaliere, perchè non è che l'ultimo che propone una scissione una scissione a sinistra per portare via un po' di voti e nei fatti indebolire una coalizione. Risultato finale: con buone probabilità non porterà deputati in parlamento se non forse sè stesso e qualche suo tirapiedi e di contro farà mancare voti a PD/SEL che potrebbero essere decisivi per la vittoria/sconfitta.

Idee nuove zero. Un po' di demagogia, un piccolo parassita mediocre prima, un parassita ora.

ciao, silvano.

Bastian Cuntrari ha detto...

Grazie Silvano!
Non voglio fare la "capisciona"del dopo, ma il post l'avevo interpretato proprio così.
Dirai: e allora perché hai domandato? Perché ho trovato pochi commentatori di sinistra che abbiano avuto il coraggio di fare una disamina così pragmatica.
Nella maggioranza dei casi hanno elegantemente glissato.
In altri - poiché si tratta comunque di un candidato di sinistra e perdipiù alleato ai "nostalgici" di PdC e PRC - lo hanno salutato come la vera (?) novità a sinistra della sinistra.
Ponendo in non cale la sacrosanta considerazione che hai fatto.
Se una persona intellettualmente onesta, Silvano.

ReAnto R ha detto...

domani a Livorno