5 mag 2012

Quelli che sono sempre morti e sempre suicidati non contano un cazzo

Nemmeno i morti sono tutti uguali. C'è suicida e suicida. C'è chi si ammazza per disperazione e povertà chi perchè povero non lo era ma lo è diventato, e poi c'è chi cade da un'impalcatura, chi finisce schiacchiato da un macchinario chi muore in mille modi assurdi al lavoro. C'è una gerarchia anche nella morte. Quelli che sono sempre morti e sempre suicidati non contano un cazzo.

6 commenti:

nella ha detto...

Dura, crudele verità.....

Franco Zaio ha detto...

Giustissimo. Ma a chi ti riferisci?

Ernest ha detto...

no neanche in quel caso esiste uguaglianza...

dario ha detto...

cazzo. Mi scoccia, per una volta essere d'accordo anch'io!
:-/

silvano ha detto...

Ciao Dario, questa me la segno a imperitura memoria!
:-D
ciao a tutti.
silvano.

listener-mgneros ha detto...

ci sono anche contestatari e contestatari, ultimamente abbondano i nuovi ribelli che hanno scoperto di essere iconoclasti dell'ultimo minuto, e purtroppo in realtà dei suicidi fino a poco tempo fa se ne sbattevano l'anima! 1ppena inizia l'ennesima finta ripresa economica per fortuna ritorneranno nelle loro schiere di miti democratici. Ovviamente non parlo di te Silvano.