04 dic 2013

Senatori a vita non degni

Claudio Abbado, Elena Cattaneo, Renzo Piano, Carlo Rubbia a detta di Forza Itaglia, non son degni loro e relativi curricula d'esser stati nominati Senatori a Vita.

Il partito del Trash politico che ha dominato per 20 anni la politica itagliana, svilendola e svilendo tutto il paese e la sua cultura, non trova nulla di meglio che sparare una cazzata di proporzioni colossali per star sempre sulle prime pagine dei giornali.

Al posto di Claudio Abbado potrebbe andare Checco Zalone, in fondo si esibisce davanti al pubblico pure lui.

Al posto della Cattaneo potrebbe andare per meriti accademici un altro illustre ricercatore e professore universitario:Renato Brunetta, ne sarebbe all'altezza.

Al posto di Renzo Piano il cane Dudù, che ci vuole a tirar sù palazzine? Boni tutti.

Al posto di Carlo Rubbia, vedrei bene la Gelmini specialista in neutrini e ....

Finirà questo ventennio trash, e finiranno le sue icone, compresa l'ultima triste e grottesca rappresentata da Checco Zalone.

4 commenti:

unwise ha detto...

ma non sarebbe meglio toglierli del tutto? altra gente da pagare, che peraltro non ne avrebbe proprio bisogno....

mr.Hyde ha detto...

..checco zalone, che fa il pienone..mi viene da piangere e mi butto dal balcone.
Si,in ogni caso farne a meno sarebbe anche meglio..

silvano ha detto...

Nemo propheta in patria. Io credo invece che i barbari e le prostitute che siedono in parlamento abbiano a temere da grandi personalità.

La lettura più lineare dei senatori a vita dovrebbe essere che nobilitano con la loro storia il parlamento del popolo italiano. Popolo italiano che ha passato però tempi migliori ed ora sembra non più capire. Probabilmente se si va in una piazza italiana a chiedere sono di più quelli che conoscono dudù e checco zalone di quelli che sanno chi sia Abbado e/o abbiano una volta ascoltato un suo disco.
Se però si va per le piazze del mondo tutti conoscono Abbado e nessuno nemmeno sospetta dell'esistenza del cane dudù o del cane zalone.

ciao.

Bastian Cuntrari ha detto...

Una manica di imbecilli leccaculo.

E no, non sono per l'eliminazione della carica.
Se volessimo rendere onore a qualcuno che ha portato lustro all'Italia - lustro del quale abbiamo bisogno e del quale essere orgogliosi - quale miglior "gratifica" della nomina a Senatore a vita?

Chi ha un po' di capelli bianchi, ricorderà che la Regina Elisabetta nominò "Sir" i quattro ragazzi di Liverpool.
Più degni di Rubbia e della Cattaneo?