07 mar 2011

I soliti fessi che pagano le tasse...

Lo Stato ha venduto ad un gruppo di capitani coraggiosi l'Alitalia perchè non andasse all'Air France e se ne assicurasse l''italianità". Meglio lo stato ha venduto la parte buona di Alitalia ai capitani coraggiosi assumendosi l'onere di tutti i debiti. Nel 2013 i capitani coraggiosi venderanno ad Air France la parte buona di Alitalia guadagnando presumibilmente una bella cifretta.
La Fiat dopo aver incamerato per decenni soldi pubblici, ora se ne va all'estero "per il bene dell'Italia ovviamente".
Lo storico marchio del lusso Bulgari è stato venduto ai francesi, anche in questo caso per tutelarne l'esistenza e il futuro.
Credo che a rimanere in Italia e a sperare ancora in un futuro del paese siano rimasti solo i fessi che le tasse le pagano.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

ho maturato il convincimento che è ormai antico e non vero il concetto che gli unici a pagare le tasse in italia sono i "lavoratori dipendenti e i pensionati". Vengo e ti spiego: le categorie sopracitate vengono tassate con il prelievo alla fonte, cioè gli vengono sottratte le tasse nel momento in cui gli vengono erogati stipendi e pensioni (nulla di più vero e giusto), dopodichè con la misera rimanenza di salario diventano i migliori complici delle imprese e degli imprenditori che evadono le tasse creando una domanda che deve incontrare un'offerta. Bada bene, io non do la colpa dell'evasione delle tasse che un imprenditore dovrebbe per sua coscienza e etica professionale pagare al pensionato/dipendente, ma senza domanda non ci sarebbe offerta. Visto che il sistema che ahimè è stato scelto il questo paese è quelo capitalistico liberista dove domanda e offerta fanno le regole è bene prenderne atto.
Io sono un piccolo imprenditore che cerca di rispettare tutte le regole che la mia professione impone, ma ogni giorno mi trovo a lottare con chi non vuole la fattura, chi gradisce uno sconto anzichè la ricevuta, con le aziende che in virtù di regole non rispettate in materia di fisco e sicurezza risultano essere più competitive, con aziende che la qualità non sanno dove sta di casa, che il corretto smaltimento dei rifiuti è una spesa troppo alta da sostenere quindi smaltiscono qua e la come capita etc etc.
Per concludere il mio suggerimento è che il titolo al tuo post potrebbe essere "i soliti fessi che rispettano le regole" perchè io rientro come persona in quei soliti fessi che dici tu, ma poi rappresento l'orco brutto e cattivo che si compra il Suv sulle schiene spezzate dei propri dipendenti.
ola
subcomandante

silvano ha detto...

Subcomandante, prendo atto della tua legittima precisazione; il post si riferiva però ai grandissimi industriali, quelli che i soldi degli altri li hanno davvero.
ola.

listener-mgneros ha detto...

Conosco una persona a me vicina, che fa l'archeologa, dopo aver lasciato il lavoro dipendente in quanto gli stipendi le venivano versati con molti mesi di ritardo,e dopo essersi reinventata da sola una libera professione, ora a questa persona accadono le seguenti cose:

Dopo i 45 anni ha dovuto iscriversi alla specializzazione dato che a causa di una legge del signor Buttiglione la sua specializzazione presa in francia (lei è italiana preciso) non è stata riconosciuta. quindi pur avendo frequentato una scuola ad alto livello professionale ora si ritrova dove fare due anni suplettivi di università con tasse onerose. Vabbè...

Lavora e collabora con vari archelogi più giovani ai quali propone le stesse tariffe che percespisce lei, e anticipa i soldi regolarmente. Vabbè...

rilascia regolari ricevute e paga appieno tutte le tasse e contributi. Vabbè...

gli enti statali comuni etc. pagano con ritardi che sorpassano a volte i 24 mesi, ma logicamente non si può far causa, se no col cavolo che ti danno lavori in futuro. Lei come detto per sua onestà paga anticipatamente i collaboratori e colleghi. Vabbè...

Non ha diritto ad assicurazioni speciali e nemmeno all'inail. Pur lavorando spesso su cantieri a rischio e non certo in uno studio al caldo, ma in condizioni al limite. Questo perchè la professione di archelogo è riconosciuta solo come consulenza. Vabbè...

Ora io credo che ci siano come dice sub comandante anche persone che cercano di avere imprese e esercitare la libera professione in maniera onesta e pulita. E sono d'accordo anche sul fatto che qui sia siano applicate regole-non-regole che sono al limite, no fuori dal limite, del mafioso.
Inoltre e infine ho visto altri imprenditori, spesso piccoli, chiuder e fallire e pagare con il sangue proprio il fatto di aver rispettato le regole. E' vero che in imprenditore deve assumersi i rischi di quello che fa..ok, ma che spesso siano solo quelli onesti a pagare anche in questo campo è altrettanto vero.

Questo non sminuisce la mai solidarietà ai dipendenti che alla fine pagano sempre e comunque!

Vabbè...vabbè un cazzo!
(mazza quanto ho scritto)

pasqualino settebellezze ha detto...

@ subcomandante
finchè non si da a tutti la facoltà di scaricare le spese ,logicam.il dipendente la fattura non la vuole ( della serie : invece che il credito d'imposta nel 730 meglio risparmiare subito).

silvano ha detto...

Cari List e Subcomandante, avevo inteso nell'economia, nella parzialità e limitatezza del post porre l'accento sul grande capitale e sulla sua grande capacità di intercettare denaro pubblico senza poi restiuirlo adeguatamente alla comunità. Non intendevo invece fare un elenco dei buoni che pagano le tasse. Vero è che comuque un elenco parziale l'ho fatto ragion per cui, per permettere di focalizzare esattamente le mie intenzioni e togliere ambiguità all'interpretazione del post ora lo modifico per renderlo più chiaro sostituendo l'espressione "Credo che a rimanere in Italia e a sperare ancora in un futuro del paese siamo rimasti solo noi, lavoratori dipendenti, pensionati, studenti, disoccupati che paghiamo le tasse." con "Credo che a rimanere in Italia e a sperare ancora in un futuro del paese siano rimasti solo i fessi che le tasse le pagano."


ciao, silvano.

listener-mgneros ha detto...

non era in polemica con te silvano è solo che penso che si bene che si sappia che ci siano anche altre categorie che provano e che vogliono sopratutto, comportarsi in maniera onesta, se ce ne fossero di più ci sarebbero anche più dipendenti
La cosa più schifosa rimane quella di molta gente che ha pagato tasse sanità e il resto per anni, anticipando dal proprio stipendio di DIPENDENTE e ora si ritrova disoccupato e senza più nessuno dei servizi e assistenze per CUI ha fatto credito allo stato!

silvano ha detto...

List, lo so.