09 nov 2013

Ancora sul reddito di cittadinanza

Giusto per sgomberare i dubbi - magari innescati da un post precedente. Personalmente sono favorevole ad reddito di cittadinanza. Credo che prima ancora di una scelta politica sia un fatto di civiltà. Però per poterlo pianificare, avviare e mantenere bisogna essere seri, avere una classe politica seria, avere una classe dirigente imprenditoriale seria, avere dei sindacati seri che invece di perdere tempo a fare proclami e politica confusamente, per una volta guardassero alle busta paga dei loro associati e si chiedessero se abbiano fatto anche solo in piccolissima parte il loro lavoro: tutelare i lavoratori dipendenti ed il loro reddito - basta ispirarsi o anche scopiazzare il sindacato tedesco. Qua si discute di reddito di cittadinanza basandosi sull'annuncio del mattino e vedendo l'effetto che fa prima di sera, per poi non pensarci più il giorno dopo. Quanto alla serietà, cui sopra accennavo, non è nemmeno il caso di parlarne, vero?! Su questo credo si sia tutti d'accordo.

4 commenti:

dario ha detto...

Si', insomma... bisognerebbe avere tipo... Renzi alla presdenza del Consiglio!

...


...buaahahahahahahAHAHAHAHAH!!!! ihihi!... ehm...
...
AHAHAHAHAH... ohi ohi ohi, mi fa quasi mal la pancia...

silvano ha detto...

Cosa c'entri Renzi con questo post lo sa solo dio. In ogni caso, ma di che parlano di reddito di cittadinanza quando allo stato non ci sono nemmeno le coperture per la cassa integrazione? Questa è la mancanza di serietà di cui parlavo, non di Renzi.

dario ha detto...

Sono d'accordo. Cominciamo prima a coprire la cassa integrazione.
Anzi, prima ancora di quello bisognerebbe trovare il modo per ridurre il cuneo fiscale. Mica che io sappia come, ne', ma se non si fa questo coprire la cassa integrazione significa tirare in la' di un paio di mesi e basta.

Reddito di cittadinanza? Piacerebbe a tutti, soprattutto a quelli che il reddito non ce l'hanno (il che esclude te e me, per adesso).

Che c'entra Renzi? E' che mi pareva che avessi detto che tu sei favorevole al reddito di cittadinanza e che sei pure favorevole a Renzi.
L'accostamento delle due cose mi fa un po' sorridere. Ma ammetto che l'accostamento stesso e' solo pura invenzione speculativa mia.

Naturalmente qualunque risata su questi argomenti e' una risata amara, visto che c'e' in gioco la sopravvivenza delle persone e il futuro prossimo (se non il presente) dell'italia intera

dario ha detto...

intendiamoci, quando dico "il che esclude te e me, per adesso" non e' che voglio gufare eh!
:-)