14 dic 2010

Fuori c'è la rivoluzione

La fuori a Roma c'è la rivoluzione e anch'io faccio il tifo, romanticamente con il culo al caldo davanti a un pc e , se sono in giornata, mi lancio pure in una polemica a commenti.
Forza ragazzi!



16 commenti:

giudaballerino ha detto...

Io sono a Roma, ma chiuso in un ufficio a lavorare. Che nervi! Anch'io vorrei essere lì con loro!

Ernest ha detto...

questo paese si deve svegliare ci stanno rubando la democrazia

brazzz ha detto...

anche io sono,come te,davanti al pc..

Sull'Amaca ha detto...

Anch'io davanti al pc ... Ecco ci mancavano solo i black block.

@ Ernest la democrazia ce l'hanno già rubata da un pezzo.

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

the revolution will not be televised, but computerized

la Volpe ha detto...

Eh anch'io sono con i manifestanti, quelli veri però, non quelli infiltrati che tirano sampietrini ai passanti né quelli idioti che bruciano le auto di chi non c'entra...

Comunque se fossi in Italia e non in un ufficio di un paese a migliaia di chilometri di distanza sarei in strada anche io, per essere uno in più di quelli veri...

Zio Scriba ha detto...

Straquoto la Volpe: evviva i Manifestanti, ma chi tira sampietrini ai passanti o brucia le auto di chi non c'entra andrebbe bruciato dopo avergli infilato un sampietrone nel culo.

il Russo ha detto...

Ero con i manifestanti non a Roma e non davanti al piccì.
Con tutti loro, tutti.

Gap ha detto...

Ma si, polemizziamo un po' tra di noi.
O stabiliamo che i presunti black block nostrani sono tutti degli infiltrati della polizia e dei carabinieri o ci dobbiamo arrendere all'evidenza: c'è gente più incazzata di noi che forme e sostanza diverse nella lotta. Posso e sono d'accordo che dovrebbero discernere meglio i loro obiettivi, ma non possiamo benedire le lotte greche contro il governo di centro-sinistra di quel paese e dire "quelli si che protestano davvero"! e poi prendersela aprioristicamente con chi esagera.
Tutte le considerazioni politiche sull'utilità di simili argomentazioni sono condivisibili, ma, se fate un po' di conti sulle foto e sui filmati, non mi sino sembrati poi così pochi questi black block. Non è che noi siamo troppo teneri?

la Volpe ha detto...

Ma no, non è che tutti quelli che sono incazzati sono black block. E' solo che io, a bruciare l'auto di uno sconosciuto che presumibilmente non c'entra un cazzo e che potresti essere tu o lo scooter della Punzy, magari con quello che mi aiuta a bruciarla che è un infiltrato che tra dieci ore mi riempie di botte in una caserma protetto dal suo governo parafascista, onestamente mi sentirei più coglione di quanto non mi senta oggi... Per cui ci penserei trenta volte. Poi capisco che magari visto che a Genova prendevano a manganellate studenti e vecchi con le mani alzate, in quel momento lì magari sei così infuriato che non ci pensi. E' sempre facile fare la riflessione "giusta" dietro al pc! :S

listener-mgneros ha detto...

http://skeptical-listener.blogspot.com/2010/12/new-flag-for-funkin-old-country.html

Gap ha detto...

Appunto Volpe, stiamo dietro un pc.
Non giurerei che sarei stato fermo con le mani, non nel mio carattere tirare sampietrini e altro ma quando l'incazzatura sale anche le reazioni sono imprevedibili.

la Volpe ha detto...

Sì per carità Gap... La reazione istintiva al pc non è quella in strada quando menano te o un amico...

mod ha detto...

non serve a nulla tutto questo.
dentro il palazzo, ben protetti, gongolano!

love, mod

listener-mgneros ha detto...

In effetti a Londra o a Parigi si fanno tutte 'ste domande e non ci dormono la notte...forse non otterranno di meglio...ma come diceva qualcuno "non vi crediate assolti siete per sempre coinvolti" ovvero è meglio ribellarsi e perdere o non ribellarsi e perdere lo stesso...
p.s. dove sono i porgitori dell'altra guancia ora? Pensavano che uno che ha messo il gondone al manganello avrebbe salvato la democrazia? Fanculo!

unwise ha detto...

quoto Mod, e aggiungo, gongolano TUTTI