6 ott 2010

Magna Itaglia


"Mo' litigamo per li giornali, litigamo per i nostri popolini i fascistelli nostri e i loro che sò uguali e cioè stuppidi. Ma poi quando cè da magnà non guardemo in facia a nissuno: magneno e sè strofeghemo de magnà".
Gianni Lupomanno.

12 commenti:

Maurizio Pratelli ha detto...

SPQP. SONO PORCI QUESTI....
mia nonna paterna era di roma, quella materna di milano, prima che qualcuno...

Alessandro Cavalotti ha detto...

Spettacolo rivoltante.

ReAnto ha detto...

bossi non è che si strozza.. no?

sergio ha detto...

roma o padania , purchè se magna...

listener ha detto...

si sono anche fatti un pompino a vicenda? E ingoiavano anche in quel caso? Scusa ma altro non saprei dire di fronte alla peggiore delle pornografie...devo mostrarmi migliore ;o)

zefirina ha detto...

questa pagliacciata ha scioccato tutti.... pure io e alberto ci abbiamo fatto un post!!!!

e ora non ho più parole

silvano ha detto...

List, ti stai rammollendo, ci sei andato giù troppo leggero dato il livello di vera pornografia dato dal sindachetto, dallo storpio di gemonio, dalla s-polverini e Co.
;)

Zefi questi non hanno alcun pudore fanno veramente schifo. Ma i romani, anche quelli del centrodestra...ma non dicono niente? non sono incazzati come le bisce?

listener ha detto...

si ma non è colpa mia se ha quelli hanno invertito gli orifizi

silvano ha detto...

:-DDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDDD

Ernest ha detto...

ci siamo letti nel pensiero... scene da pubblico schifo, continuo!
un saluto

Anonimo ha detto...

io sono romano (non di centrodestra) e mi cadono le braccia quando vedo queste cose.
Siamo sull'orlo del fallimento e hanno speso dei soldi per una buffonata del genere, ieri ero talmente incazzato per sta cosa che alle 18 me ne sono andato a sentire vendola, alle 21 ero ancora più incazzato.
La gente l'ascoltava e diceva "questo non può vincere gli italiani non lo capiscono" e invece parlava italiano e parlava di poesia, libertà, popoli, cinema, famiglia, storia, pasolini, futuro. Cazzo parlava di cose, di prospettive, di idee come uno normale; m'è sembrato un profeta, allora mi sono detto "gli italiani ancora non sono pronti neanche ad ascoltare figurati a capire" e intanto porca troia dobbiamo assistere a ste scene.
subcomandante

Nicky ha detto...

Aspetto che si ricambi qualche generazione, prima di assistere ad una maturazione in senso democratico del popolo italiano.
Costui deve anche maturare l'idea di unità, perchè non è ben chiara. C'è molto settarismo regionale ed anche comunale.
C'è molto da lavorare e da soffrire.