27 mar 2010

Si è liberi anche perdendo

Pochi minuti fa mi è arrivato un sms da un vecchio conoscente, che non sento da anni, in cui mi si esortava a votare per il candidato della lega zaia alla presidenza del veneto. Ovvio che non lo voterò e che andrò a votare, sapendo di perdere come sempre, ma il conoscente non sa che il solo fatto di votargli contro è una vittoria ed è libertà, parola che lui ed i suoi simili che sempre vincono in Veneto, non consocono nè mai conosceranno.


2 commenti:

ReAnto ha detto...

Ed ecco sviscerato il nocciuolo della questione.

Blogger ha detto...

Mi chiedo: ma il leghista firma con una x o partecipa, prima, ad un corso di scrittura?

Buon voto.

Blogger