22 mar 2010

Yes We Can

YES WE CAN - BARACK OBAMA E LE SUE IDEE POSSONO ANCHE VINCERE CONTRO TUTTO E CONTRO TUTTI. 32 MILIONI DI CITTADINI AMERICANI PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA SONO ENTRATI NEL SISTEMA SANITARIO. WELL DONE MR. PRESIDENT.

Noi italiani più modestamente dovremmo puntare ad un Yes We Could.


17 commenti:

Euterpe ha detto...

L'aveva promesso e l'ha fatto.Si potrà anche avere dei dubbi sul personaggio in questione ma per l'America è una riforma epocale.

silvano ha detto...

L'ha promesso e l'ha fatto ed è un politico, incredibile per noi italiani. Come hai detto è veramente una riforma epocale per l'America, una rivoluzione vera e non a parole. Gli ideali possono ancora vincere contro i grandi trust e Dio sa se le lobbies non siano potenti negli USA.

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

change ha detto
e change è stato

yes we can't, potrebbe invece essere lo slogan dell'italia :(

Chica ha detto...

"Non fatelo per me, per il partito democratico o per quello repubblicano, fatelo per il popolo americano...". Questo è uno Statista. Con tutti i pregi, i difetti, gli americanio ancora nelle zone di guerra, con tutto quel che volete, ma questa è politica del fare...

---------------------------------

"Non fatelo per voi..fatelo per me (affinchè io possa Regnare nei secoli seculorum, ambire al colle e poi allo stato Vaticano..perchè io so io e voi nun sete un cazzo)
Questo è un dis-fattista. Quello della potica del fare (i cazzi propri)

I nomi li lascio alla vostra intelligenza

Maurizio Pratelli ha detto...

scusa euterpe, i dubbi sul personaggio potranno averli tutti. Noi italiani no, noi non possiamo permettercerli

zefirina ha detto...

fatti..non pugnette...come diceva un comico

angie ha detto...

non datemi della disfattista, eh, però:
"...entro il 2014, scatteranno gli altri aspetti della riforma, quelli che porteranno 32 milioni di americani ad avere finalmente diritto a un’assistenza. Di questi, la metà circa entreranno sotto la copertura della mutua di Stato per i meno abbienti, il Medicaid. Quest’ultimo garantirà cure gratuite fino alla soglia di 29.000 dollari di reddito annuo lordo, per una famiglia di quattro persone. Altri 16 milioni dovranno invece comprarsi una polizza assicurativa. Ma potranno farlo scegliendo in una nuova Borsa competitiva sorvegliata dallo Stato, e riceveranno sussidi pubblici fino a 6.000 dollari, onde evitare che l’assicurazione gli costi più del 9,5% del loro reddito. Multe salate per le aziende con oltre 50 dipendenti che non offrono l’assicurazione sanitaria ai dipendenti. Perché questo resterà comunque anche dopo la riforma il tratto distintivo del sistema sanitario americano, imperniato sulle assicurazioni private, e ben lontano dai servizi sanitari nazionali dei paesi europei."
da http://www.robertopiva.it/riforma-sanitaria-obama-ce-lha-fatta.asp
(consigliere regionale dell'Emilia Romagna)

Lucien ha detto...

Come la promessa di un milione di posti di lavoro o l'abbassamento delle tasse...

brazzz ha detto...

chiaro,non è la riforma che avrebbe voluto fare,ma le lobby delle assicurazioni sono troppo potenti..certa una cosa,è una riforma che va in una direzione opposta a quella catastrofica che si sta prendendo qua..speriamo che la francia insegni,ma ci credo poco..ormai il berlusconismo ha distrutto questo paese..

Chica ha detto...

scusate ma, qualcuno di voi crede ancora che in italia esista un SSN?? quanti di voi nell'ultimo anno si sono rivolte a strutture private pur di fare un'esame diagnostico, una tac o una cosa necessaria che non poteva essere rimandata al 2024??...avete idea di quando vi dicono "signora lei deve fare la mammografia ogni anno...però il primo posto libero è fra tre anni?? "..no, dico..nel frattempo posso morire di cancro?..si grazie!....nella zona in cui vivo hanno chiuso 3 prontosoccorso su quattro...se per caso vi fate male potreste trascorrere tranquillamente quelle 6 - 7 ore in sala d'attesa....quanti hanno notato che il ticket sui farmaci "salvavita" è aumentato, anzi in alcuni medicinali prima non c'era e adesso si??...questo per dire, che la riforma di Obama, avrà anche delle falle, no sarà perfetta, avrà dovuto raggiungere dei compromessi con le lobby assicurative...ma noi non stiamo meglio......e mi sembra che di malasanità son piene le cronache...perchè ci piace tanto andare a cercare il pelo incarnito del culo negli altri?? Obama non fa i miracoli, ma dategli atto che qualcosa rispetto ai suoi predecessori sta cambiando...almeno sotto l'aspetto sanitario.

silvano ha detto...

Obama qualcosa, anzi molto ha fatto, ma la cosa interessante e preoccupante a casa nostra è che noi ci stiamo muovendo esattamente nella direzione opposta a quella che gli USA faticosamente stanno cominciando a percorrere. Loro stanno andando avanti e noi stiamo andando indietro ed abbiamo pure il coraggio di fare al Presidente americano le pulci. La percezione della realtà in Italia è ormai un lontano ricordo. Chica l'ha spiegato benissimo lo status quo.

Antonella ha detto...

Un politico come Obama è lontano milioni di anni luce dalla nostra cultura e dalla nostra realtà...Siamo noi che non vogliamo il cambiamento perchè le cose ci stanno bene così ... Invidio il popolo americano e non mi vergogno di dire che ho pianto di fronte a quella immensa massa di gente che gridava YES WE CAN... non mi sono mai sentita così sconfitta dinanzi alla televisione come quel giorno!

listener ha detto...

yes we farth...va meglio dalle nostre parti

silvano ha detto...

List, non è nemmeno rimasto il sense of humour.

dario ha detto...

Che dire di un piu' moderato "May we?"

dario ha detto...

O magari un "Yes... okay... but..."

dario ha detto...

Oppure semplicemente "...uhm..."