24 apr 2010

25 aprile 2010: il bravo partigiano doveva solo morire

25 aprile. La festa della liberazione dell'Italia dal fascismo, dal nazismo, la festa della fine della seconda guerra mondiale in cui un governo fascista ha trascinato il paese facendolo combattere dalla parte sbagliata a fianco della Germania nazista, a fianco di Hitler.
Dovrebbe essere la festa di tutti gli italiani, ma sempre più sta diventando la festa di una sola parte chè l'altra è culturalmente la diretta erede di quella dittatura.
E allora discorsi sentiti un milione di volte "ma anche i partigiani hanno ucciso..." singolare come i fascisti ed i loro eredi pretendano che nella guerra di liberazione i partigiani dovessero solo morire.

12 commenti:

ReAnto ha detto...

Lasciali dire ,tanto gli piaccia o no, è andata così. ;-)
Buon 25 Aprile!

carlo ha detto...

certo ci sono stati eccessi...ma il valore della commemorazione è indiscutibile sul piano del simbolismo unitario dell'Italia e della sua costituzione

allelimo ha detto...

Come diceva il mio prof di filosofia al liceo (un revisionista ante-litteram, era il 1979...)
"Guardate che i partigiani non erano mica buoni, mi ricordo che una volta ne ho visto uno che prendeva a calci un mulo".

Mi viene in mente l'avvocato Taormina di "Viva Radio 2": "E cosa dovremmo dire di questi che abbandonano i cani in autostrada?"

Zio Scriba ha detto...

Guarda caso, l'unico Presidente della Repubblica di cui possiamo andare fieri era un Partigiano: l'indimenticabile Sandro Pertini.

Ernest ha detto...

Buona festa di liberazione!

il Russo ha detto...

Non commento neanche ma ti lascio solo tre parole che so quanto ti possano far piacere: BUON 25 APRILE!

Gap ha detto...

Buona Liberazione.

Harmonica ha detto...

Buon 25 Aprile ! Sempre in culo ai fasci di ieri e di oggi !

listener ha detto...

we..."walk on the wild side"

Martina Di Renzo ha detto...

Si' e' vero: dovrebbe essere una festa. Oggi e' diventato solo un pretesto per polemiche di fazione. In altri Stati le feste nazionali si celebrano con allegria. In Italia diventano ancora una volta campi di scontro (spero solo) verbale.
Buon 25 aprile anche a te. Alla faccia di tutti i revisionismi.

Itsas ha detto...

hanno riscritto tutto, non solo la storia, anche il senso morale di questo paese è stato riscritto...
ormai a metà degli italiani non fa schifo niente, neanche la corruzione, neanche la mafia,
li hanno addomesticati per bene...

Gap ha detto...

Si, sarebbe ora di conoscersi. Se dovessimo venire su nel profondo nord te lo faccio sapere.