21 apr 2010

Il fango di Don Moggi Luciano

Credo che solo in Italia possa essere presa in considerazione l'accusa che il faccendiere del calcio lancia ad un gentleman, tra l'altro morto e che quindi non si può difendere, come Giacinto Facchetti.

Quando poi vedo una foto o un filmato di Moggi, chissà perchè, come un riflesso condizionato sento la voce di De Andrè che canta:

"...per fortuna che al braccio speciale
c’è un uomo geniale che parla co’ me

Tutto il giorno con quattro infamoni
briganti, papponi, cornuti e lacchè
tutte l’ore cò ‘sta fetenzia
..."

6 commenti:

Zio Scriba ha detto...

Sottoscrivo, firmo, rifirmo, ti bacio e ti abbraccio! E un bacio anche alla memoria del Gentleman Giacinto Facchetti. Al rospo della foto, invece: fango, fango, fango e fangulo!!!!

Euterpe ha detto...

Era l'unica cosa che poteva fare Moggi cercare di confondere le acque gettando fango su tutti.Curioso il fatto che il suo collega Giraudo abbia richiesto il Rito abbreviato per non andare a dibattimento ammettendo quindi la colpa ma usufruendo della riduzione di un terzo sulla condanna.Mitico poi l'avvocato di Moggi che non ha neanche capito chi stava parlando nelle telefonate e che cosa stessero dicendo.Una difesa basata su un equivoco acustico ,aldilà del grottesco

Gap ha detto...

Chiamare in cuasa chi non può difendersi è da vigliacchi. Nemmeno mi passa per la mente il pensiero che Facchetti abbia potuto fare qualcosa di men che lecito.
D'altronde l'accusatore si qualifica da solo.

silvano ha detto...

Gap, in effetti Moggi è disgustoso.

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

quest'uomo è stato la rovina della juve. nonchè del calcio italiano

Ernest ha detto...

in un altro paese la gente come moggi sarebbe in galera
un saluto