24 nov 2008

Working on a Dream - Bruce Springsteen


E' liberamente scaricabile il singolo "Working on a Dream" cliccando qui.
Thank you Boss!
N.B. la canzone è liberamente scaricabile per tutta la giornata fino alla mezzanotte del 24 novembre 2008.


19 commenti:

Mat ha detto...

Avevo capito che sei un fan di Bruce! A me non è mai piaciuto più di tanto, però lo ammiro come artista coerente e apprezzo diverse sue canzoni. Un paio di settimane fa mi sono trovato davanti un'edizione giapponese di "Greatest Hits" con confezione cartonata, una mini replica dell'edizione in LP. Costava 10 euro, stavo per prenderla...

silvano ha detto...

Non lasciarti scappare le stampe giapponesi a 10 euro, sono registrate in modo nettamente superiore.
Mah...da cosa hai capito che mi piace Bruce? ;))

Luka, back on the corner. ha detto...

:-(O) Grazie per la dritta: scaricata. e ora corro ad ascoltarlaaaaaaaaaaaa...

LENINGRAD COWBOYS ha detto...

Strano caro Silvano. Non pensavo ti piacesse Bruce. Anzi pensavo tu l'odiasti! :-D

Marco.

Ps ti ho mandato una e.mail

Nadia ha detto...

Buon giorno Silvì :-)))

dario ha detto...

Mia nonna... mia nonna non riuscirebbe mai a capire le parole di Leningrad Cowboys.
Mia nonna pero' sa che Berlusconi non puo' permettersi di avvalersi dell'autorita' che gli e' stata conferita dal popolo italiano per offendere il presidente degli Stati Uniti dicendo che e' abbronzato.
Uffa... mi sa che tra un po' togliero' il banner dal mio blog.

Anna ha detto...

@Dario,
vorresti dire che che la suoniamo e ce la balliamo fra di noi, come sempre? Che anche su quel blog facciamo l'errore che ha fatto e continua a fare la Sinistra?
Forse, non so, ma le parole dell'ultimo post di Leningrad mi sembrano abbastanza chiare. Non sottovalutare tua nonna....

dario ha detto...

Si', piu' o meno e' quel che voglio dire, Anna.

E mia nonna non capirebbe non perche' e' deficente (per altro non stiamo parlando di una signora che e' passata a miglior vita quando c'erano ancora PCI e DC, ma di una nonna stereotipo).
Mia nonna si stupirebbe del messaggio che e' tanto semplice ma che e' fatto piu' complesso dalla voglia di partecipazione politica degli organizzatori.

Bella la voglia di partecipazione politica, ma il messaggio ne viene nascosto. Mia nonna non e' stupida, e io quelle pappe interessantissime che compaiono sul blog le leggo con interesse perche' facciamo tutti parte del giro del fumo, ma sfido chiunque anche laureato in scienze politiche, che si ritrova su quel sito a giocare con Internet, magari mettendo per curiosita' l'indirizzo che ha letto su uno di quegli innumerevoli giornali in cui e' comparsa la notizia a mettersi a leggere per piu' di tre righe prima di annoiarsi e passare alla ricerca dell'ultima MP3 di Vasco Blasco o di quel youtube dove si vede un babbuino spelare una banana con i piedi e infilarsela nel naso.

dario ha detto...

Anna, ancora, non accuso nessuno e non credo che facciamo l'errore che ha fatto la Sinistra.
Anzi, non credo che la Sinistra abbia fatto quell'errore.
La sinistra e' un movimento politico e deve fare politica nel senso che deve proporre un governo alternativo. Noi invece secondo me, in quel blog, dovremmo solo protestare contro le minchiate che dice Berlusconi. E' per questo che e' nato quel blog.

Mia nonna sarebbe disposta a farsi un mazzo cosi' per informarsi su chi votare alle prossime politiche, ma forse a mia nonna non interessa cosi' a fondo l'opinione di Leningrad Cowboys (o anche la mia, non fosse altro che sono suo nipote)

Anna ha detto...

Uno degli innumerevoli errori della Sinistra è quello di parlarsi addosso. Detto questo, cercando di interpretare il tuo pensiero, credi che il blog non dovrebbe fare nuovi post? Basterebbe l'iniziativa originale , senza espandere troppo il discorso?
Forse,però, ste cose dovremmo scriverle là.Silvano ci caccerà da qui, prima o poi.....

silvano ha detto...

No, non vi preoccupate, sono DEMOCRATICO ;-D

Elsa ha detto...

bellissimo regalo da un grande fans.
thans

dario ha detto...

Anna, so di andare controcorrente, ma io non credo che l'errore della sinistra sia quello di parlarsi addosso... oddio, c'e' anche quell'errore, ma non e' secondo me quella la causa della disfatta.

Pero' questo non c'entra niente con il blog yeswearedifferent.

Non voglio tanto commentare di la' non per fare uno sgarro al buon Silvano (grazie per ospitare 'sta discussione che non c'entra con il tuo post!), ma perche' anche questa discussione non c'entra niente con il proposito del blog, e se qui da Silvano (come da me e da te) ci si incontra per fare quattro chiacchiere da amici, la' invece si va per capire l'iniziativa e decidere di aderire o no.
Sui giornali (io ho contattato un mio amico di Repubblica, ad esempio, e poi non so com'e' andata a finire perche' non ho piu' saputo niente) e' stato pubblicizzato qualcosa come "qui c'e' un blog che raccoglie firme per protestare contro l'incivile comportamento di Berlusk". Uno legge il giornale, segue il link e si trova una pappa di post interessantissimo per logorroici come me o per veterocomunisti come te, o anche per intellettualoidi diessini come Silvano che parla della psicologia sociologica applicata al linguaggio mediatico di Berlusconi utilizzata come strumento di propaganda o roba del genere.
Io credo che il cittadino medio che legge Repubblica e si trova di fronte a un blog del genere rimanga un po' perplesso... insomma, che si dica qualcosa del tipo "mannaggia, 'sti comunisti, sempre cosi' complicati, sempre cosi esibizionisti della loro cultura, ma chi si credono di essere?". E, fortunatamente, lungi dal cambiare le proprie opinioni politiche, quel che fanno e' tuttavia andare su youtube a cercare la notizia del babbuino con la banana nel naso di cui parlavo ieri. Risultato, abbiamo raccolto una firma di meno. E questo non e' che mi scocci, quel che mi scoccia e' che non abbiamo raccolto quella firma NONOSTANTE chi e' venuto li' a cercare era d'accordo con lo scopo della raccolta di firme, cioe' protestare contro il comportamento babbeo di Berlusconi a livello internazionale.

Ora io non dico che e' poi cosi' determinante alla vita politica mondiale protestare per questa cosa. Pero' te ne racconto una.
Un mio collega di ufficio e' un elettore di destra perche' si identifica di piu' con la loro "ideologia". Nonostante cio' chiacchierando in mensa, mi ha detto che era rimasto disgustato dall'atteggiamento di Berlusconi nella triste vicenda del presidente abbronzato.
Ecco, se lui capitasse su un sito che raccoglie firme contro quel comportamento di berlusconi, lui sottoscriverebbe una iniziativa come la nostra su quel blog.
Se pero' si butta in un unico calderone altre cose di sinistra, che io pur condivido, ma che lui non condivide affatto, lui non aderirebbe, perche' non capirebbe piu' quali sono le finalita' del famoso paginone. E francamente non le capisco piu' nemmeno io.

Insomma, se vogliamo fare politica in modo serio, allora apriamo un blog all'indirizzo www.lanuovaalternativadisinistra.com,
mentre se vogliamo fare un blog che dice che noi siamo differenti da come appaiamo dalle parole di Berlusconi invece dobbiamo chiamare il nostro blog "yeswearedifferent".
Tutto qui. Se poi abbiamo sbagliato solo il nome, be', diciamolo chiaro. Magari io continuero' a venirvi a trovare su quel blog, e magari appoggero' anch'io quello che riterro' opportuno.
Peccato pero' che l'iniziativa di dissociarci dalle gaffes di Berlusconi sia stata abbandonata.

Di che cosa si deve parlare in quel blog? Secondo me di niente. Guarda l'altro blog cui ho sottoscritto la mia foto. Ti pare che li' facciano di quella battaglia un elemento di una politica nuova? No, dicono solo "sono disgustato da 'sto deficente che parla a sproposito". Dopodiche' penso che gli organizzatori di quel sito siano anche di sinistra, e immagino che abbiano un blog dove fanno degli interessanti post analoghi a quelli di Leningrad sul valore propagandistico del linguaggio Berlusconiano, o che facciano proposte concrete sull'atteggiamento che dovrebbe tenere l'italia nel contesto del G20 sulle energie alternative, o sul valore sociale degli immigrati o sul razzismo di stato.
Tutto cio' e' molto bello secondo me ma e' fuori tema, per cui, saggiamente, chi tiene l'iniziativa notspeakinginmyname, non lo scrive su quel sito. Ecco tutto.

Infine un'ultima cosa. Conosco un radioamatore. Siccome non ne so niente di quell'ambiente, un giorno gli ho detto che e' un po' come la chatline, si ha la possibilita' di parlare di quel che ti va con chiunque nel mondo.
Orripilato mi ha risposto che no, un vero radioamatore non intasa la banda di comunicazione parlando di qualunque cosa. Gli ho chiesto quindi di che cosa e' lecito parlare, e mi ha risposto che le uniche conversazioni accettate sono riguardo ai problemi tecnici degli strumenti utilizzati dai radioamatori.
Mi sono chiesto quale sia lo scopo di uno strumento che parla di se stesso. Interessa a chi gia' utilizza quello strumento, e non e' di stimolo a chiunque altro per approcciarsi a quello strumento.

Per questo questa discussione non deve finire su quel blog, secondo me.

silvano ha detto...

Intellettualoide?

dario ha detto...

;-) non t'offendere, dimmi che non ti sei offeso! Era per dire...

Anche Anna non e' veterocomunista, Leningrad non scrive robe pallose e io non sono logorroico...
...o forse sono logorroico :-/

Anna ha detto...

Stendo un velo pietoso sul "veterocomunista" e passo oltre.
Dario, questa me la paghi :-)

silvano ha detto...

E sto giro Dario, visto che mi sembra di ricordare che tu sia un buongustaio ed anche un intenditore di buon vino, ci devi una cena come si deve ad Anna e a me.

ciao, silvano.

dario ha detto...

Dai ragazzi, oggi e' uno di quei giorni che non riesco ad apprezzare lo humor... dai, ditemi che non vi siete offesi...
Veterocomunista, intellettualoide, palloso e logorroico non e' il mio giudizio, ma il giudizio avventato che un possibile lettore che non ci conosce ha di primo impatto quando legge uno dei nostri commenti.

Per il resto, buon cibo e buon vino, cucino io, vi fidate?

Anna ha detto...

@Dario, neanche un po' mi fido della tua cucina :-)
Io non sono arabbiata, figurati.
Baci baci....