08 feb 2011

C'è minorenne e minorenne

Dopo l'intervento di un minorenne-tredicenne (che scandalo) al Palasharp, i giornali del controdestra si son fatti paladini di una nuova crociata in difesa dei diritti dei minori e della loro tutela dal cattivo mondo dei grandi.
Parlare in pubblico non si può, è violenza e vergogna, invece ad Arcore se si è minorenni si può far molte cose...magari non esattamente parlare ma molte altre cose sì.

1 commento:

Ernest ha detto...

il partito pro cappuccetto rosso!