17 set 2008

Sicurezza del Cittadino e Prevenzione


Verona, 15 settembre 2008 - ore 18.30 circa.
L'altro ieri sera, vado alla stazione dei treni a prendere la moglie che torna da Padova.
Ovviamente non c'è parcheggio così piazzo l'auto in doppia fila e aspetto. Ero 5 minuti in anticipo ed il treno dieci minuti in ritardo. Un quarto d'ora: ok non è un problema.
Mi guardo attorno, non ci sono più le prostitute in zona, perchè ora è vietato. Passa un ragazzotto nordafricano in bicicletta. Non ci faccio caso più di tanto, sembra una persona normalissima, a parte che è un po' più scuro di un bianco-veneto.
Mi distraggo e poi con la coda dell'occhio vedo una “Punto” della polizia che con una manovra decisa taglia la strada al nordafricano e lo blocca salendo sul marciapiede dove lo sventurato in bicicletta s'era avventurato.
Sono a un cinquanta metri da me. Non avendo nulla da fare faccio il pensionato, che non sarò mai, medio e vado anch'io a (s)curiosare.
Nel mentre che mi avvicino arrivano di corsa anche due Land-Rover, che avevano sbagliato strada, del nostro esercito schierato a protezione della sicurezza di noi cittadini onesti e timorati di dio.
Ne scendono baldanzosi quattro giovanotti con il cappello da alpini mentre altri quattro rimangono sui mezzi a guardia degli stessi. Circondano marzialmente il nordafricano a supporto dei due poliziotti che gli hanno subitamente chiesto i documenti. A riassumere la scena è così: quattro alpini schierati a semicerchio ad evitare l'eventuale fuga del sospettato, un poliziotto a tenerlo per un braccio ed uno alla punto a comunicare i dati alla centrale. Efficienza, penso. La scena è abbastanza statica ma subito s'ode una sirena ancora lontana, subito s'avvicina ed è una alfa 156 della polizia che arriva a velocità folle e si ferma con gran stridore di freni e di gomme. Scendono i militi e come cani da tartufo che abbiano perso le tracce non san ben che cosa fare, visto lo schieramento di polizia ed esercito già piazzato. Si guardano un attimo attorno e poi con efficienza chiedono ai colleghi ragguagli, cercando di rimediare la figura da cioccolatini appena fatta. Penso che sono un ingenuo, a me il ragazzo era sembrato un ragazzo, non un pericoloso malvivente, e invece “vedi a volte le apparenze”? Certo, 4 + 4 alpini, e 2 + 2 poliziotti dev'essere almeno un terrorista di al qaeda, se non l'inafferrabile Bin in persona.
Delusione: così come sono intervenuti con marziali modi i 4 + 4 alpini ed i 2 + 2 poliziotti, dopo aver restituito i documenti al mancato terrorista se ne sono andati ed il giovanotto un po' rassegnato, ha reinforcato la bicicletta per riprendere la sua strada.
Intanto è arrivata mia moglie, la bacio, saliamo in auto e ci dirigiamo a casa consapevoli di essere più protetti e sicuri. Gli angeli custodi in divisa vegliano su di noi.




11 commenti:

listener ha detto...

cerca di capirli, magari soffrivano d'invidia del pene?

UnaDonnaInCammino ha detto...

A Cantù il sindaco ha aperto un numero verde per la denuncia di immigrati clandestini. Nel centro di quetsa città sono stati affittati appartamenti a extra-comunitari che anzichè viverci in due ci vivono in venti con tutti i problemi del caso, igiene innanzitutto. Ma non credo si risolverà molto perchè dovrebbero essere i proprietari degli immobili stessi a fare qualcosa inntal senso (dicono di temere ritorsioni)...

Cesco ha detto...

Come si fa a riconoscere un pericoloso criminale? Ovvio, se è nero, lo è di certo. Questo è il risultato di tutte le campagne razziste viste in TV, ed è a questo che miravano. Quando abitavo a Milano ebbi la sventura di capitare, facendo zapping, su telepadania, e c'era un servizio contro gli immigrati. Alcuni imbecilli in camicia verde, senza alcuna autorità nè diritto di farlo, hanno fatto irruzione in un appartamento fatiscente e privo di servizi igienici affittato ad extracomunitari, e lo hanno fatto con una mazza da 5 kg sfondando la porta. Ovviamente, il tono del servizio, non era improntato sul fatto che questi poveracci erano costretti a vivere in quelle condizioni pur di non tornare al loro paese per morire, bensì si faceva leva sulla loro presunta natura selvaggia, con frasi tipo "vedete come vivono? sono come gli animali" con i sorrisi da stronzi che solo un leghista può sfoggiare, forte delle teorie razziste smentite addirittura nel 1500 da autorevoli personalità.

Elsa ha detto...

Già...si riconosce dal colore della pelle...dal suo paese d'origine! Noi italiani ci riempiamo la bocca di belle parole e poi dimostriamo con i fatti quanto siamo fetenti... CHE SCHIFO .
per quanto riguarda gli uomini in divisa...io personalmente non mi sento più sicura...anzi il clima nel paese sta cambiando fortemente grazie alla campagna sulla PAURA...Abbiamo sotto gli occhi i risultati. CHE SCHIFO

Pellescura ha detto...

Siamo orgogliosi della tempestività e della professionalità della nostra polizia nella caccia al "negro".. La percezione di paura, dopo il martellamento mediatioc fatto in questi due anni diminuiraà solo nel 2040.

il Russo ha detto...

Pensa che noi paghiamo le tasse per mantenere queste pagliacciate mentre i veri ladri velegiano in yacht verso Porto Rotondo...

Arimondi ha detto...

Eppure tanti intorno a me si sentono "più sicuri"...

Ishtar ha detto...

E si ci sentiamo tutti più sicuri...
Pensa che a me è capitata un altra scena, non posso dare particolari troppo specifici, ma il succo è questo, andiamo al comando della polizia, mentre eravamo in uno spazio all'interno tipo piazzetta, squilla il cell alla mia amica e ci fermiamo per la durata della telefonata, lei si è semplicemente seduta in una sorta di panca di marmo, ad un certo punto arriva un poliziotto e noi non avendo capito lo seguiamo...arrivate all'ingresso la stronza che stava in guardiola ci riprende dicendo che dovevamo rivolgerci a lei, noi spieghiamo di aver capito male e lei:
no siete state riprese perchè non è modo di stare in un comando di polizia, non è educato!
Vi rendete conto, io per evitare questioni inutili, ho detto un ci scusi di circostanza ma l'avrei fanculizzata di vero cuore!
A me vuoi insengare l'educazione zonca straffottene solo perchè hai una divisa...
Con questo mi fermo per evitare di sproloquiare!
Ciao e viva l'Italia!

listener ha detto...

saper scrivere, mi rendo conto.

Donna Cannone ha detto...

alla faccia....ho visto una scena simile tempo fa, meno polizia, ma hanno fermato uno straniero (apparentemente) e gli hanno chiesto i documenti. Era notte.
Come dire, a me magari non li avrebbero chiesti?

Artemisia ha detto...

Veramente inquietante quello che ci racconti.