13 feb 2009

Canzone n. 23 "Like a Rolling Stone" - Bob Dylan


Un proverbio inglese dice:A rolling stone gathers no moss, (Una pietra che rotola non fa muschio).
Anno 1965 Dylan è stanco, si sente imprigionato nel ruolo di folk-singer che gli sta stretto, il successo gli arride. Blowin' in the wind è diventata un inno, un sinonimo di pacifismo, l'archetipo della canzone contro la guerra, i Byrds stanno portando verso il numero uno della classifica americana di vendita dei 45 giri "Mr. Tambourine man", e Dylan è insoddisfatto.
Allora fa la cosa che sa fare meglio: prende un foglio bianco e scrive-scrive-scrive. Scrive e cerca la via d'uscita. Cerca qualcosa di completamente nuovo. Alla fine la troverà e sarà l'album "Highway 61 revisited": uno dei dischi realmente fondamentali per la musica rock.
Bob Dylan parlando di Highway 61 revisited" ha dichiarato:"Il rock 'n' roll non mi bastava non rifletteva la realtà della vita. Quando mi sono dedicato alla musica folk, ero consapevole che si trattava di una cosa più seria. I brani sono colmi di disperazione, tristezza, trionfo, fede nel soprannaturale, sentimenti più profondi… C'era più vita reale in una sola frase di quanta ce ne fosse in tutti i temi del rock 'n' roll. La vita è una faccenda complessa e il rock 'n' roll proprio non la rifletteva. Se sono riuscito a fare qualcosa di importante, è stato proprio fare incontrare questi due generi".
La Highway 61 è la via del blues che dai confini con il Canada va fino a New Orleans. Dylan percorre questa strada alla ricerca di una sintesi tra le diverse radici della musica americana. Alla ricerca del suono elettrico e nervoso del blues, del rock'n'roll e della musica folk. Like a rolling stones è il coraggio di lasciare una via già tracciata, sicura e confortevole per cercare qualcosa di nuovo, è il coraggio di non farsi catturare dai clichè, dalla pappa pronta, dal business; del sapere essere liberi anche quando, e soprattutto quando, la libertà la si deve conquistare e pagare in prima persona; è la forza di rischiare in proprio rinunciando a tutto per realizzare realmente ciò che si vuole, è saper vivere senza compromessi....quanti di noi sono disposti a farlo?
Accade ai grandi il colpo di genio, saper scartare nervosamente, e scrivere una canzone che cambia in 6 minuti e pochi secondi la storia della musica rock. Quel colpo di batteria all'inizio, l'organo di Al Kooper che entra maestoso, la chitarra di Mike Bloomfield, la voce sempre sgraziata di Dylan, il testo che è un'invettiva che, sempre sostenuta dalle note dell'organo, incede e cresce e ...poi.nulla sarà più come prima ...per sempre.


Data l'eccezionalità della canzone, ne propongo insieme alla portentosa versione di un Dylan in stato di grazia anche una dei Rolling Stones. Mick Jagger è uno dei più grandi cantanti rock di sempre e qui è straordinario.




Riporto anche il testo in italiano, merita:

Come una pietra che rotola
C'era una volta in cui ti vestivi così bene
per prima cosa lanciavi una moneta ai barboni, non è così?
La gente avrebbe parlato, detto: "Sta' in guardia bambola, sei destinata alla rovina"
Pensavi che volessero tutti imbrogliati
ed eri solita ridere su
ogni persona che frequentavi abitualmente
Adesso non lo dici più a voce alta
adesso non ne sei più tanto orgogliosa
ora che devi scroccare il tuo prossimo pasto
Come ci si sente
come ci si sente
nello stare senza casa
come un completo sconosciuto
come una pietra che rotola?
Sei andata nella migliore scuola, Signorina Solitudine
ma ne hai imparato solo il succo
nessuno ti ha insegnato come vivere nella strada
e ora ti sei ritrovata a viverci
dicevi che non ti saresti mai compromessa
con il vagabondo, ma ora ti rendi conto
che non ti sta fornendo alibi
sebbene lo fissi nel vuoto dei suoi occhi
e gli domandi se vuol fare un accordo?
Come ci si sente
come ci si sente
nello stare da soli
senza una casa
come un completo sconosciuto
come una pietra che rotola?
Non ti sei mai girata a guardare la disapprovazione dei giocolieri e dei pagliacci
quando scendevano a scherzare per te
non hai mai capito che non erano bravi
non dovresti permettere che le altre persone ti prendano a calci
Di solito cavalcavi il cavallo cromato con la tua diplomazia
c'era chi portava sulla sua spalla un gatto siamese
non era dura quando scoprivi
che non era veramente dove si trovava
e dopo prendeva da te tutto ciò che poteva rubare
Come ci si sente
come ci si sente
nello stare da soli
senza una casa
come un completo sconosciuto
come una pietra che rotola?
La principessa sulla torre, e tutte le belle persone
stanno bevendo, pensando a che hanno fatto
scambiandosi ogni tipo di regalo e cosa preziosa
ma sarebbe meglio se tu tirassi il tuo anello di diamanti, sarebbe meglio se lo impegnassi, piccola
di solito sei così divertita
dal Napoleone vestito di stracci e dal linguaggio che usa
Vai da lui, ti chiama, non puoi rifiutare
quando non hai niente, non hai niente da perdere
ora sei invisibile, non hai segreti da nascondere
Come ci si sente
come ci si sente
nello stare da soli
senza una casa
come un completo sconosciuto
come una pietra che rotola?

Grazie Bob.


13 commenti:

Vernè ha detto...

Grande Silvano.
La più grande canzone rock di tutti i tempi.
Stamattina blogger fa le bizze. Capita anche a voi di non vedere i link alle versioni di youtube?

LENINGRAD COWBOYS ha detto...

Sei veramente uno specialista. Potresti tenere de corsi all'Università.
Complmenti e grazie per la traduzione del testo.

Mat ha detto...

Una pietra miliare, una delle canzoni più imponenti della storia.

E' curioso come in quel periodo, attorno al 1965, Dylan e i Beatles stessero influenzandosi a vicenda: il primo introdusse la strumentazione elettrica nei suoi dischi, i secondi presero a comporre atmosfere più acustiche.

Pietro ha detto...

una canzone mito

musicista di strada ha detto...

Grazie Bob
E grazie a te per la traduzione
Non mi ero mai proccupato del significato letterario e sociale.
Peccato averlo scoperto solo oggi.
Ciao

Saretta ha detto...

embé........ classıco.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Non so se considerare Bob Dylan rock o folk cos'altro ma credo che poco importi perché le sue canzoni hanno fatto la Storia ed i messaggi in esse contenuti sono rimasti nel tempo.

E questo va oltre l'etichetta di genere.

Ciao
Daniele

amatamari ha detto...

Intramontabile!!!

:-)

indierocker ha detto...

gia', tra le prime tre canzoni di tutti i tempi!!!
(la n.1? london calling!)

Anonimo ha detto...

ma "rolling stone" non significa "vagabondo"???

mr.Hyde ha detto...

Meravigliosa-l'ho postata anch'io, sia la versione dal vivo di Bob Dylan, sia quella dei Rolling Stones-solo loro sono stati all'altezza

Hippie Kia ha detto...

Ti ringrazio per le cose che hai scritto perchè sei riuscito a descrivere esattamente quello che penso di questa canzone, cosa ha significato per Bob e che significato trasmette ad ognuno di noi..ti chiedevo se posso trascrivere questo tuo intervento sul mio blog, ovviamente con dovuti ringrazamenti..fammi sapere =)

Cossu Maria Annunziata ha detto...

Se non c'è un equivqlente italiano del proverbio inglese
"a rolling stone never gather moss", c'è però il proverbio sardo

Sa pedra roddulana no ponet mai lana.
Sulla pietra che rotola non si forma il muschio.