10 mag 2008

Clandestina provocazione - ok fatto!


Leggo oggi sul giornale che cominciano a filtrare dal palazzo le prime voci sui primi provvedimenti che il nuovo governo adotterà. Il primissimo di cui si ha notizia consisterebbe in un disegno di Legge che preveda che la clandestinità diventi reato penale e che quindi i clandestini vengano immediatamente espulsi. Ora tralasciando alcune minuzie tecniche del tipo che, essendoci in Italia l'obbligatorietà dell'azione penale e che quindi ad ogni arresto di clandestino, debba anche seguire un processo che accerti la sussistenza del reato stesso, mi chiedevo come faranno.
Risolto il discorso del processo, magari con la negazione dello stesso (ok fatto), restano i numeri.
E' difficile indicare un numero di clandestini univoco, mi sembra che l'oscillazione dei dati vada da un minimo di 300.000 ad un massimo di 700.00.
Prendiamo pure la cifra più bassa: 300.000.
Come faremo ad individuarli, arrestarli, raccoglierli ed infine accompagnarli alla frontiera (quale?) per l'espulsione?
Allora per arrestarli probabilmente bisognerà coinvolgere tutte le forze di polizia disponibili sollevandole da tutti gli altri compiti: ok fatto.
Per raccogliere tutta questa gente (300.000 sono una città di dimensione rispettabile) le carceri non bastano, bisognerà pensare ad appositi campi con baracche di legno come alloggiamento e recinzioni non murarie (i muri costano troppo e ci si mette troppo tempo), quindi dei paletti e del filo spinato potrebbero essere ok; altrimenti soluzione geniale potrebbero servire all'uopo gli stadi (il campionato di calcio sta finendo:ok fatto).
Problema trasporto. Una volta individuata la frontiera (temo che sarà un grosso problema), come ce li trasportiamo? Si potrebbe fare con i pullman! Dunque vediamo: 300.000/50 (che sono i posti di un pullman) è uguale a 6000. Non abbiamo considerato che 6000 pullman sono veramente tanti e che una lunghezza media del pullma di 13 metri moltiplicato per 6000 (numero pullman) dà una coda in autostrada di 78 km (tralasciando la distanza di sicurezza e la scorta) , mmhh mi sa troppo complicato: collassa il sistema autostradale del Nord Italia, si fermano le aziende...no costa troppo. Toccherà ripiegare sui treni, anche lì i costi sono alti ma si potrebbe pensare a dei vagoni senza sedili dove il clandestino, magari un po' strettino, potrebbe stare in piedi. Ok fatto, vada per il treno.





8 commenti:

ISHTAR ha detto...

Il tuo ragionamento logico mi ha fatto sorridere mi sono immaginata la scena ma non preoccuparti se il nuovo governo non riuscirà nei suoi intenti darà le colpe al precedente!
ciao e buona giornata

silvano ha detto...

Eh i disastri del governo Prodi...
ciao e grazie della tua visita.

Nella ha detto...

=)))))
Spiegazione vera ... ma allo stesso tempo divertente, mi hai fatto vedere la scena.

Ciao silvano buona notte

Baci

Ponke ha detto...

Ciao Silvano
Terribile! Mi sono immaginata i visetti tristi affacciati dal treno mentre li deportano... credo di avere un déjà vu...

Cesco ha detto...

Ciao Silvano, mi associo a Ponke, e sospetto che molto scaltramente fosse quella l'immagine che volevi fosse stampata nella mente di chi leggeva il tuo post. Freddo, razionale, logico, pratico. In una parola: "NAZISTA". La tua critica politica sembra molto ragionata e intelligente, un modo di scrivere che mi piace.

Buona notte. :-)

Efix ha detto...

Beh... manca solo "Eichmann" e il quadro è completo.
Un saluto e buona domenica.

Nella ha detto...

buona domenica ...

Luka, back on the corner. ha detto...

peggio... buon lunedì