01 lug 2010

La schedatura

Ma se io fossi così incosciente da gettare per terra le cartacce, sarebbe giusto che fossi poi io a raccoglierle o tu che leggi e che non hai commesso il gesto?
Giustizia e responsabilità vogliono che l’autore del gesto si assuma la responsabilità dello stesso e che quindi sia io a raccoglierle.
Similmente vi sono delle responsabilità politiche che i cittadini si assumono con il voto.
Io proporrei che chi negli anni ha votato per questo Governo da operetta tragica, alla fragorosa caduta del regimetto, quando i disastri provocati nell’era di forza italia, lega e pdl, emergeranno nelle loro ciclopiche proporzioni, si assuma l’onere delle conseguenze.
Ma quando il governicchio cadrà non si troverà più nessuno che ammetterà d’averlo votato e ci ritroveremo in un oceano di antiberlusconiani e antileghisti.
Conoscendo il vezzo italiano della fuga da una qualsivoglia responsabilità propongo allora la schedatura di chi negli anni ha votato il disastro: che se le raccolgano loro le cartacce, che se lo paghino loro il conto dello sfascio.

4 commenti:

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Io dicevo una cosa simila alla tua, non veramente riferita agli elettori, ma ai politci sì: noi dovremmo tenere memoria, eventualmente anche scritta degli atti commessi non genericamente da una maggioranza e neanche soltanto dal loro leader, ma del sinoglo politico, ministro, parlamentare, consigliere in un ente locale che sia. Torniamo alla responsabilità personale, e quindi nominativa.

Ernest ha detto...

ciao silvano
secondo il tipico dna italiano due minuti dopo la caduta di un regime si gira la bandiera dall'altra parte!

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

sicuramente non si assumeranno le responsabilità. però per il momento mi accontenterei di sapere che finalmente crolla, questo impero

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Già ora é così: sono sempre meno quelli che trovi pronti a dichiarare di aver votato Centrodestra. La solita vigliaccheria italica...