29 giu 2009

Il funerale di plastica di Michael Jackson



Destini che si incrociano e si rincorrono anche dopo la morte quelli tra la plastica e Michael Jackson.
Secondo il blog americano più letto e famoso (boingboing), il corpo di Michael Jackson sarà plastificato per volontà sua e della "famigghia". Sembra che il cantante dopo aver fatto plastificare l'adorata scimmietta Bubbles ora la voglia raggiungere nel paradiso del poliuretano.
Qui il link all'incredibile notizia.

13 commenti:

Lucien ha detto...

Poi dopo i fans o chi per loro si imbestialiscono se qualcuno fa qualche battuta!

silvano ha detto...

Dillo piano che non ti sentano.

;-PP

la signora in rosso ha detto...

ho sentito l'altra sera per tv, la sua biografia.... incredibile, credo che la sua vita fin da piccolo sia stata il palcoscenico....e in palcoscenico anche la sua morte!

Matteo Porretta ha detto...

in michael jackson arte e vita erano un tutt'uno...come in molti altri personaggi...una vita incredibile come la sua non poteva che finire in modo come minimo stravagante.

ma pensate al passo successivo: verrà plastificato, ok...ma per caso verrà anche infilato in una specie di mausoleo? Il mausoleo verrà aperto ai fan? Come con Lenin e di recente con padre pio? Se si facesse pagare un bel biglietto d'ingresso...si ritorna all'inizio del discorso...uno che in vita ha fatto e fatto fare tanti soldi, continuerà anche da morto?

silvano ha detto...

Matteo niente di più probabile che ne facciano un business anche da morto. Se pensi che è almeno da 25 anni che non combina niente da un punto di vista artistico....beh adesso è perfetto: è morto.
Un morto che farà fare un sacco di soldi, montagne di soldi. In fondo ha fatto un bel favore ai suoi parenti ed ai suoi manager.

Maria Chiara ha detto...

vergognatevi. parlate di una persona che non c'è più. Famosa o non famosa che sia.Un po' di decenza.

Il Grande Favollo ha detto...

Hai ragione M.C. Infatti la plastificazione ad uso commerciale di un individuo morto, richiede molta decenza.

emma ha detto...

non capisco questo "rispetto dei morti" ad ogni costo e non capisco di che cosa mi dovrei vergognare se mi permetto di criticare qualcuno che, sarà pur morto, ma in vita - a parte qualche bella canzone - non si è distinto per grandi e memorabili azioni. Comunque se c'è qualcuno che si dovrebbe vergognare sono quelli che sfrutteranno l'cona del"morto" fini all'inverosimile per farci soldi, come è stato sempre fatto

silvano ha detto...

E' un rispetto, per i morti, di facciata. Nasconde il nulla culturale ed ideale, tutto viene ridotto a luoghi comuni. Un format mentale che porta a isterismo di massa. Migliaia di persone che si ritrovano ed istericamente e compulsivamente portano fiori, accendono lumi e piangono in gruppo, non piangendo il morto ma compiangendo sè stessi, incapaci di considerare l'altro. Una rappresentazione del dolore narcisistica: fingo di dispiacermi per farti vedere quanto sono sensibile e quanto soffro e quanto sono migliore di te che non hai rispetto per i morti.

Maurizio Pratelli ha detto...

concordo con emma, ma la ragione non ci può essere, non c'è mai in questi casi.

daniez ha detto...

Il ragazzo che lo ha denunciato ha confessato:
Evan Chandler nel 1993 accusò Michael Jackson di pedofilia. Oggi confessa d'avere mentito su tutta la linea con il solo fine di estorcere soldi a Michael. E gli ha rovinato la carriera, uccidendolo!
e poi non è vero che stava cercando di diventare bianco. questo video lo smentisce:
http://www.youtube.com/watch?v=o-BryD90-iI

daniez ha detto...

emma il ragazzo che lo denunciò ha confessato..ti devi vergognare tu

silvano ha detto...

Daniez prima di dir cazzate impara a leggere.
Hai la coda di paglia. Nessuno ha parlato di pedofilia. Il rispetto di facciata dei morti è un enorme cazzata, un puro formalismo che serve solo narcisisticamente ad assicurare una tua supposta e, sembra per niente confermata, superiorità morale.