5 giu 2009

Walking on the moon - The Police


Sting, Summers, Copeland, tre ragazzi inglesi: il più grande gruppo rock insieme ai Clash prodotto dalla rivoluzione punk-new wave di fine anni settanta.
Walking on The Moon è uno dei singoli estratti dal loro secondo album di studio "Reggatta de Blanc", il reggae dei bianchi.
Prodigioso mix di musica bianca e caraibica e rabbia proletaria suburbana.
Reggae e new wave e brit-pop, un frullatore e la musica è servita.
Mi riaggancio alla bella recensione dell'amico Mat di un album dello Sting solista, per ribadire la mia profonda convinzione che Sting con i Police era creatività pura e irripetibile, senza nulla togliere alla sua grande carriera solista. Ma qui era oggettivamente un altro pianeta. In fondo una specie di Re Mida della musica rock, ogni cosa che toccava diventava oro ed arte.

4 commenti:

Mat ha detto...

Anche qui, come nel caso dei Genesis, io non sono razzista! ;)
Per me la vicenda dei Police e quella dello Sting solista è un tuttuno: mi piace pensarla come un'unica grande storia, d'un uomo nato Gordon Matthew Sumner che - baciato dal talento - ha avuto anche la fortuna d'incontrare sul suo commino dei collaboratori strepitosi.

Rosalita is Out Tonight! ha detto...

Bhò! a me Sting solista piace gran poco, i Police gran tanto, Tosi gran poco, Gli Stely Dan gran tanto, le ferie gran tanto, che mi facciano perdere il loro concert gran poco...
Ciao Silvano

Andrew ha detto...

che grande canzone!

Patrizia ha detto...

Fantastica canzone.
Sting è un grande, solista lo adoro.

B_domenica.