26 gen 2010

Amelia - di Mira Nair


Regia: Mira Nair
Sceneggiatura: Ronald Bass
Attori: Hilary Swank, Richard Gere, Ewan McGregor, Virginia Madsen, Mia Wasikowska, Christopher Eccleston, Joe Anderson, Aaron Abrams, Mark Caven, Ryann Shane, Dylan Roberts, William Cuddy

Ieri sera al cineforum ho visto il film “Amelia” per la regia di Mira Nair con Hilay Swank e Richard Gere.
La trama narra l’incontro di Amelia Earhart (Hilary Swank) con George Putnam (Richard Gere) la nascita del loro connubio di lavoro e poi d’amore e quindi le imprese di Amelia grande pilota d’aereo e prima donna che portò a termine in solitaria la trasvolata dell’Atlantico dopo Lindbergh.
Tentò poi il giro del mondo in aereo, impresa che non era mia riuscita a nessuno e non riuscì neppure a lei e che la vide perdere la vita in pieno oceano Pacifico.
Figura leggendaria quella di Amelia Earhart, eroina dell’emancipazione femminile e simbolo del progresso del 900.
Personaggio ben reso da una brava Hilary Swank, ben sostenuta da un Richard Gere che ben si comporta pur relegato in un ruolo da comprimario.


Film piacevole, seppur con qualche lentezza eccessiva, non mi ha però del tutto convinto.
Mi è sembrato riuscito a metà, perso in una terra di nessuno, diviso ed indeciso se procedere ad un approfondimento della vita sentimentale di Amelia o al racconto appassionante dell’avventura e delle emozioni del volo degli albori, della ricerca dell’impresa della libertà reale e simbolica della donna del XX secolo.
In questa indecisione si è persa la regista, ed ha trovato il suo limite il film.
Infatti tanto erano belle le inquadrature e le immagini del volo radente, delle soggettive della Swank e dei suoi primi piani alla cloche dell’aereo, tanto sono risultati stucchevoli, scontati e a tratti involontariamente comici i dialoghi e le pene d’amore della sua vita coniugale.
Peccato, la storia ed il personaggio Amelia avevano le potenzialità per essere autenticamente epici ed avventurosi, il tentativo di edulcorazione dei tratti aspri, anche somatici, della Amelia/Swank, si è rivelato pessimo.




1 commento:

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

mmmm già non mi attirava. da quel che dici poi non mi sembra un film imperdibile..