22 mag 2009

Pannella: il presidente della Repubblica ha difeso tutti i cittadini, non solo me


Pannella: "il presidente della Repubblica ha difeso tutti i cittadini, non solo me"

Ma possibile che Marco Pannella, che potrà anche non piacere ma che rimane comunque un patrimonio dell’Italia repubblicana, per poter parlare in televisione debba, ancora oggi, essere costretto a ricorrere alla provocazione dello sciopero della fame e della sete e che debbano esporsi in prima persona, per difendere il suo diritto di parola, il Presidente della Repubblica ed il Presidente della Rai?
Questa è inciviltà e ingratitudine di cui molti dovrebbero vergognarsi.
Grazie a Giorgio Napolitano, Sergio Zavoli, Marco Pannella: tre grandi personaggi, prezioso retaggio di un’Italia che sta sparendo.


3 commenti:

stella ha detto...

Silvano ieri sera ho fatto le tue stesse riflessiono...applaudiva anche il pubblico.
In che stato Pannella...

Elsa ha detto...

questo è ciò a cui si arriva nel nostro paese...
Se Uno deve lasciarsi morire per essere ascoltato...
e che cavolo!
Quì o sei qualcuno oppure non sei nessuno, in tutti i sensi. Forse lo è sempre stato ma si valica Oltre. Sono stanca di vedere ogni giorno mille ingiustizie, di leggere che la legge è uguale per tutti ... un ACCIDENTI!!!!!!
Un saluto
Elsa

Maurizio Pratelli ha detto...

si ma il buon pannella vuole i soldoni della stato per la sua radio, e sono tanti!