08 lug 2009

Hey Nineteen - Steely Dan


Domani sera all'Arena Civica di Milano, vedrò per la prima volta i leggendari Steely Dan.
Dato il tempo meteorologico ultimamente, la preoccupazione di prendersi un'acquazzone c'è. Ma l'Arena Civica, io non ci sono mai stato, ha anche dei posti coperti? Qualcuno sa qualcosa? E per parcheggiare?
Intanto è meglio godersi questa splendida canzone del 1980 dall'album Gaucho.

10 commenti:

Maurizio Pratelli ha detto...

Zero posti coperti, però è molto bello se sei in platea. Paul Simon lo scorso anno è stato stupendo all'Arena. Il parcheggio si trova. Me li racconterai.

silvano ha detto...

Sì sono in platea, almeno credo visto che gli amici hanno comprato posti numerati. Tu raccontaci del grande Joe, anzi riraccontaci.
ciao.

P.S. concordo Rain è un grande disco, un gran bel trio che fa jazz con la leggerezza del pop!?!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Buon Divertimento Silvano!!!!!

LENINGRAD COWBOYS ha detto...

Ciao Silvano,
sono un po' ignorantello. Casomai prenderò ripetizioni da Gasparri un palato fino!
Forse se riuscirò a prendere qualche biglietto andrò a Umbria Jazz. Sono un buon appassionato.

rosanna ha detto...

Allora come è andata?
Io li ho visti a Piazzola sul Brenta, inutile dire che sono un mio mito da tempo. Timore per un temporale che ci ha sfiorati. Dimmi un'altra ocosa: hanno suonato Do it again? Io ci speravo ma non l'hanno fatta. Ad ogni modo: I was glad to be there.
ros

silvano ha detto...

Cara Rosanna, intanto benvenuta.
Li ho visti ieri sera a Milano, e sono rimasto sconcertato dall'energia che generano...impressionante. Ovviamente della bravura già sapevo.
Domattina, se ti interessa, pubblicherò un post con le mie impressioni.
Anch'io contavo sul gran finale con Do It Again, ma non l'hanno fatta. Potrei dire che la mancanza di Do It Again è stata l'unica pecca insieme alla mancanza di una canzone (almeno una!) dall'album The Nightfly che adoro e che me li ha fatti poi conoscere.

ciao, silvano.

rosanna ha detto...

Caro Silvano, parli di Joe Jackson, vero?

Maurizio Pratelli ha detto...

poi ti sciverò del grande joe, però mi dissero che gli steely furono da paura....

rosanna ha detto...

Nel precedente post mi riferivo ad un tuo commento sul grande Joe.
Per quanto riguarda il concerto SD invece concordo pienamente sulla mancanza di un brano da The Nightfly, che è poi stato anche il mio punto di partenza per conoscere tutto il resto.
Che coincidenza, vero?
Aspetto il tuo prossimo post.
Buona giornata.

silvano ha detto...

Non ci siamo capiti Rosanna, io mi riferivo agli SD. Ad ogni modo sempre di grande musica si parla e quella è la cosa più importante. The Nightfly e Night and Day sono stati per me due dischi fondamentali che mi hanno spinto ad appassionarmi anche al jazz (con il rock è stata una malattia che mi ha preso fin da a piccolo e mai lasciato).
Per Maurizio: ti hanno riferito bene sono stati da paura.
ciao a domani.