5 giu 2010

Roberto Saviano: vi fa paura quest'uomo?


Quest'uomo fa paura, terrore a politici e mafiosi eppure è armato solo della parola e della verità. Vigliacchi.

10 commenti:

stella ha detto...

Quando si dice che le parole feriscono più delle lance...

Lucien ha detto...

L'ultimo della lista è il musicista Daniele Sepe, invece di fare rap contro la camorra si è scagliato anche lui contro Saviano...boh a me pare che stiano tutti impazzendo!

http://tinyurl.com/2w5b36t

La poeta ha detto...

la verità è l'arma migliore! Fa paura.

silvano ha detto...

Sì Stella, hai ragione le parole sono temute più delle armi.

Ciao Poeta, hai detto tutto. La verità fa paura ai disonesti e al potere.

Lucien, ne avevo letto: incredibile. E pensare che, immagino al pari di tanti appassionati di musica, avevo una gran stima di Sepe. Speriamo sia solo una toppata, può succedere anche se in questo caso è molto grave. Comunque "avevo stima".

unwise ha detto...

ho letto l'intervista a Sepe, e devo dire che in certe cose non sbaglia. nessuno discute l'utilità della sua opera, ma non è mica il messia... e forse non è un caso che le critiche gli arrivino da un napoletano, uno cioè che quella realtà la conosce da sempre, anche se mi pare di intravedere una punta di invidia. certo ad alimentare i sospetti basta ricordare a chi deve dire grazie se è diventato milionario...

Daniele Verzetti, il Rockpoeta® ha detto...

Certo vigliacchi perché le sue parole mettono in difficoltà tutti loro che sono coinvolti in questa palude schifosa.

allelimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Blogger ha detto...

L'intervista di Sepe non mi è dispiaciuta, ma le uscite di Borriello e company... Fossero molte le persone che criticano Saviano con argomenti ( discutibili ma razionali) l'Italia sarebbe un Paese normale. Ci farei la firma. Un saluto. Dimenticavo: " al rogo chi critica Saviano per il gusto di farlo, o perché, più facilmente, è lui stesso mafioso. Blogger

listener ha detto...

Il problema non è se Saviano sia un eroe o meno, cosa che non mi interessa, ma semplicemente se sia normale che "uno scriva un libro e debba poi vivere sotto scorta il resto della vita"...questo è inquietante. Per il resto se Saviano ha scritto cose non vere si confutano nelle sedi adeguate, se non sa scrivere "gli si criticano le opere", non si sparano cazzate o canzonette.
Non "gli si spara" sopratutto.

P.S. in un paese così preoccupato dal pericolo islamico, vedo uo scrittore vivere come Salman Rushdie,per una scomunica mortale lanciata dalla camorra.

Ernest ha detto...

Ciao silvano
gli attacchi a Saviano ormai non si contano più. Le persone come lui che si espongono e lottano vengono sempre lasciate sole e attaccatte dal potere.
Vigliacchi è la parola giusta!!!!