26 nov 2009

Avvoltoi o iene?


Avvoltoi o iene non fa poi una gran differenza. Leggendo questo annuncio di vendita di una casa in nuda proprietà vien da chiedersi ma dove viviamo? Si vende una casa o la speranza di vita di una persona? Indicare esplicitamente l'età dell'usufruttario non è come vendere una vita? A quando annunci che oltre che l'età indichino anche la cartella clinica? Magari avesse una patologia seria, l'investimento sarebbe più vantaggioso.
Ho riportato la foto dell'annuncio nel timore che al semplice riferire il fatto non venissi creduto. Incredulo.

6 commenti:

Franco Zaio ha detto...

A Genova è una cosa normale ma non ha più molto successo perchè i vecchiacci non muoiono più prima dei 90 anni :O)

listener ha detto...

Certi sciacalli dovrebbero puntare sui trans quelli ultimamente vivono molto di meno...

zefirina ha detto...

maddai magari per quel signore/signora è l'unico modo di assicurarsi una vecchiaia serena, magari quei soldi gli/le servono per tirare avanti o per qualche altra cosa, non lo trovo così sconcertante, di certo credo che possa permettersi di comprare una nuda proprietà solo chi ha molti soldi da investire, o forse chi ha un figlio molto piccolo e vuole assicurargli un domani un tetto pagandolo un prezzo equo!!

listener ha detto...

si in effetti la casa non è un diritto, ne il lavoro, nell'acqua...investire invece ub dovere di buon cittadino no?

silvano ha detto...

Patti, io capisco perchè il proprietario/usufruttuario lo faccia, capisco molto meno e anzi non accetto che l'immobiliare metta gli anni del vecchietto nell'annuncio. Se non è una cosa feroce (io penso lo sia) è perlomeno di pessimo gusto.

Anonimo ha detto...

Io, da compratore (folle), se non conosco l'età del venditore non compro così a scatola chiusa. Devo poter capire se è in età avanzata da tirar le cuoia oppure no.

Anzi, ben venga la cartella clinica, magari, c'è certa gente che si compra la nuda proprietà dal novantenne e poi nel frattempo rimane con il culo nel fango perchè arriva a 98 anni.

E' un'investimento rischioso in cui l'unica persona che ci guadagna (a parte l'agenzia) davvero è il vecchio. Un minimo di informazione ci vuole, altrimenti è meglio giocarsi i soldi al casinò.

Mirko