17 nov 2009

I resistenti della Fame


Una riunione di paesi e persone, una riunione di obesi a Roma per discutere della fame del mondo.
Cene - incontri - summit.
Bontà e impegno sparsi davanti ai media di turno, un occhio agli elettorati e alle opinioni pubbliche di riferimento.
Tante cifre, tanti morti, sempre di più.
Fame, quella degli altri, evocata perché un poco rassicura la nostra psiche animale aver da mangiare e saper che altri da noi non ne hanno.
Si guarda nella propria ciotola come i cani.
Un po’ di solidarietà tanti proclami.
Alla fine niente soldi per i dannati della terra ma progetti e promesse.
La nuova data è il 2015: l’anno del dimezzamento dei morti per inedia.
Baci, abbracci, un arrivederci al prossimo vertice FAO.

2 commenti:

listener ha detto...

La lotta alla fame...non certo quella alla fama.

il Russo ha detto...

n impegni, zero azioni: tutto come previsto...