24 nov 2009

Lettera aperta del Ministro Rotondi ai lavoratori italiani

"Caro lavoratore, se hai la sfiga di non essere anoressico e a mezzodì ti prende la fame, cosa puoi fare per non mandare a rotoli l’economia nazionale, per non far cadere il PIL?
Beh intanto per cominciare potresti sigillarti la bocca. Poi, già che ci sei, ti potresti siliconare anche lo sfintere anale, che magari non ti debba alzare per defecare la conseguenza logica del cibo che mangi.
E se proprio non ce la fai a contenerti con l’istinto bestiale della fame, potresti tirare un po’ di coca: fa passare la fame e ti da energia per il lavoro.
Ti propongo quindi la pausa coca invece della pausa pranzo che io non faccio mai."
Gianfranco Rotondi Ministro?!? per l'attuazione del programma?!?


4 commenti:

angustifolia ha detto...

si ride anche quando non si: vorrebbe/potrebbe/dovrebbe!

luis ha detto...

no, ma lui ha detto così per un semplice motivo, che ho trovato in questa vignetta
;-)

il Russo ha detto...

Ci hanno tolto l'informazione libera, la dignità d'essere italiani, l'acqua, vuoi che non ci tolgano anche il pane e companatico di mezzodì?

brazzz ha detto...

forse, dopo l'acqua, voglion privatuzzare anche i cappuccini