30 ott 2009

Un commento al film Baaria di Giuseppe Tornatore - ancora?

Ho ricevuto oggi un commento al mio post sul film Baaria da parte di una simpatica ed anonima lettrice.
Ho deciso di pubblicarlo in un post dedicato perchè l'ho trovato veramente molto ironico, divertente ed illuminante sulla qualità del film e di un qualche pubblico che lo apprezza e lo apprezzerà.

"Ieri sera la visione del film ha avuto su di me un effetto che non immaginavo assolutamente,una sensazione di serenità, di pace profonda ... ho dormito per buona metà della proiezione. Ho dovuto seguire la prima metà del film perchè, nonostante il calduccio della mia poltroncina e la spalla del marito pronta ad accogliermi (mio non della signora di cui fra poco), la signora alla mia sinistra mi disturbava commentando ogni scena. Ho teso l'orecchio perchè magari diceva qualcosa di costruttivo, qualcosa che mi convincesse a non arrendermi al folletto del sonno. E invece niente. Solo esclamazioni/commenti idioti e fastidiosi. Così, incastrata nel mezzo di una sala quasi esaurita, ho deciso di sfruttare al meglio le due ore e mezza gustando delle buone caramelle per fare invidia alla signora e anche un pò per disturbarla e dormendo incurante di tutto ciò che mi circondava. La metà di film che ho visto non mi è piaciuta per nulla, non salvo niente e nessuno. E alla fine mi sono anche innervosita perchè la signora della poltrona accanto non si alzava nemmeno ai titoli di coda e io invece volevo correre a casa nel mio lettino per continuare a godere la mia pace interiore ... "

4 commenti:

il Russo ha detto...

AH AH AH, geniale la "pace interiore" per descrivere le capacità narcolettiche del "capolavoro" di Tornatore!

listener ha detto...

Molto divertente il commento postato, of course. Di tornatore per quanto mi sia fatto mille gargarismi continuo a pensare il peggio e a 20 anni dalla morte di Sergio Leone, mi chiedo se avremo mai qualcuno alla sua altezza, o di molti registi della vecchia guardia.
E' il cinema italiano che mediamente è prodotto da morfeo.

emma ha detto...

Tornatore è sopravvalutato, Baaria non mi è piaciuto per niente, solo non capisco come facesse a dormire la simpatica autrice del post .... a me tutti quegli urli, quella continua atmosfera sopra le righe faceva piuttosto innervosire.


Qualche regista italiano non proprio da buttare c'è però ...a parte il solito Nanni Moretti (a chi piace, of course: a me sì, Virzì e S. Soldini direi che sono bravi e anche graffianti (Tutta la vita davanti ad es.)
Ovvio che davanti a Sergio Leone non si può che inchinarsi.

listener ha detto...

Quello che manca è la voglia di fare cose che siano completamente fuori dagli schemi, rischiare verso nuove forme e nuove idee.
Mi è difficile spesso riconoscere attraverso i ftotgrammi un regista da un altro. E molti per lo più sono tremendamente televisivi.