12 dic 2009

Un'Italia con la schiena dritta


Pubblico questo bel disegno dell'amica Angustifolia, perchè trovo sia una fotografia della situazione giovanile italiana praticamente perfetta. Certo il/la quindicenne pressata da un lato da una società conservatrice e dall'altro dalla brutalità del potere a molti potrà apparire come immagine marginale dei giovani. Altri sono i modelli vincenti e, forse, più diffusi. Sicuramente i quindicenni anencefali di Amici e di simili trasmissioni pattume, andranno per la maggiore. Di sicuro la storia la faranno però altri ragazzi, quelli nelle piazze e quelli che pur nelle piazze non andando riusciranno a maturare come persone vere e non come icone televisive plastificate e massificate.
Quindicenne, mi piacerebbe poterti conoscere e dirti che non sei sola anche se non te lo posso dire dalla televisione.
No ragazzino/ragazzina non sei sola.

2 commenti:

angustifolia ha detto...

Grazie, hai capito il senso che volevo dare: forse ho esagerato con la dimensione dello sbirro (le ragazze, specialmente, alle manifestazioni non sono così timorate).

@: che imbranata, in quel senso dicevi foto!

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

Concordo pienamente! L'italia va a rotoli...viviamo in un paese in cui la libertà di pensiero è un lusso...ma non perché essa ci venga negata con la forza!! La coercizione è molto più sottile e nascosta... opera tramite la manipolazione di coscienze che volontariamente ma inconsciamente si piegano al volere del potere che opera soprattutto attraverso i media e i programmi spazzatura che oggi popolano i nostri palinsesti!! E a farne le spese, purtoppo, sono sempre i più giovani...i più deboli e indifesi che si piegano passivamente senza rendersene conto e che si trovano ad affrontare un futuro sempre più incerto! Certo, non si può fare di tutta l'erba un fascio... Per fortuna ci sono le eccezioni!
Ti auguro una buona serata!
Passa da me quando vuoi...sei il benvenuto!