04 apr 2009

Berlusconi la Merkel, la Nato e l'ennesima figura da pirla


Non si sa più cosa dire.

6 commenti:

Marco ha detto...

ma si può sapere perché, se i tedeschi chiamano Angela Merkel "die Bundeskanzlerin" , noi dobbiamo chiamarla "il Cancelliere" e dire che è spazientitO? mah -_-

silvano ha detto...

Ciao Marco, perchè probabilmente la metà dei giornalisti la tradurrebbe con la cancellata.
;) silvano.

Max ha detto...

Non ho più parole !!!
Anche la Merkel, come l'altro ieri la Regina Elisabetta, e oramai ogni capo di stato che lo conosce, lo guarda con sufficienza come si guarda un bambino capriccioso, una persona che non ha il minimo rispetto ed educazione.
MA CHE DOBBIAMO FARE !!!

la signora in rosso ha detto...

prima della prossima manifestazione pubblica internazionale,dovrebbe prendere delle lezioni di bon ton obbligatorie, altrimenti non lo facciamo uscire dall'Italia!!! Su facebook c'è un gruppo che si è denominato:FERMIAMO BERLUSCONI PRIMA CHE TOCCHI IL CULO ALLA REGINA ELISABETTA!! La fantasia non è lontana dalla realtà

indierocker ha detto...

che pena! ...e si è inventato che stava telefonando a erdogan per salvare il mondo... secondo me era qualche velina...

Umberto - e.mail: lettera2116@gmail.com ha detto...

basito ma non triste.
come dire... aspettiamo il sequel.

nel frattempo copio e incollo da un blog critico collegato a repubblica

http://bonanni.blogautore.repubblica.it/2009/04/04/il-cacciatore-dautografi/#comments

un post a favore (così per completezza di rappresentazione del 50%, percentuale più percentuale meno, che hanno votato e votano):

Postato Sabato, 4 Apr 2009 alle 17:04 da crusca2382

La cosa più avvilente è invece che la sinistra non riesce ad avere una idea che sia una dalla caduta del muro. Ancora, sempre e soltanto antiberlusconismo. Null’altro. Vi attacate solo a scemenze: il PM fa bubu alla Merkel, il PM parla al telefonino, il PM ha la bandana. Non ne posso più!!! Neanche vi rendete conto che ste polemiche esistono solo sui giornali, non interessano a nessuno e definiscono solo la sinistra per quello che oramai è: un gruppo di perdenti con mentalità mediocre e dedito solo alla lamentela, senza alcuna proposta da fare altro che sfilare, scioperare, urlare, incendiare i centri delle città, fare guerriglia alla polizia o organizzare vaffa days… auguri a tutti noi.