11 apr 2009

La Pasqua dei terremotati stretti tra sciacalli e nuove disgrazie

Apprendo dalla radio di due nuove disavventure che stanno per abbattersi sui terremotati per Pasqua.
Da un lato il pericolo che arrivino a L'Aquila un esercito di turisti/sciacalli per pasquetta a vedere le disgrazie degli altri e una vera calamità, e cioè che il presidente del Senato passerà il giorno di Pasqua in mezzo a loro a confortare e a stringere mani.

5 commenti:

amatamari ha detto...

e berlusconi niente?

Il Grande Favollo ha detto...

http://politicaesocieta.blogosfere.it/2009/04/terremoto-in-abruzzo-anna-blogger-de-laquila-parla-coi-medici-oltre-1000-morti.html

la signora in rosso ha detto...

Il primo turista,a farsi fotografare e fare battute è stato berlusca.
Buona Pasqua

andrea sessarego ha detto...

Ma l'avete vista la foto del berlu col casco e lo sguardo afflitto? Sarà il suo prossimo manifesto elettorale

stella ha detto...

...e grazie anche a te Silvano, per Anna..

Pasqua serena.