6 apr 2009

Per ricostruire l'Abruzzo dopo terremoto si potrebbero utilizzare i soldi già stanziati per il ponte sullo stretto di Messina

Per riparare ai danni del terremoto in Abruzzo serviranno molti ma molti fondi.
Sappiamo tutti che l’Italia non ha grandi disponibilità e per evitare di sentire le solite promesse di finanziamenti destinati rimanere sulla carta, sarebbe il caso che almeno una parte dei soldi previsti per la costruzione del ponte sullo stretto di Messina fossero stanziati a favore delle vittime del terremoto. Ci sono migliaia e migliaia di persone rimaste senza casa. Credo che la loro esistenza ed il loro futuro siano prioritari a quello di un ponte che non servirà a nulla.
Se la richiesta sarà solo mia di sicuro non conterà nulla.
Quindi esorto i bloggers a farla propria e a diffonderla in più possibile.

15 commenti:

Danx ha detto...

A parte i soldi per il PONTE che non ci sono, si potrebbero eliminare le facilitazioni e le regalie al Vaticano.
Dal 1984 ad oggi abbiamo sprecato più di 200 miliardi di EURO...

Alessandro ha detto...

il ponte è inutile.. aiutiamo chi è in difficoltà!

seoer ha detto...

I soldi del ponte che ci siano o meno sarebbero comunque sprecati per una opera che non serve a nessuno.
Ipotizzando che ci siano, perchè destinarne solo una parte e non tutti?

silvano ha detto...

Sono d'accordo con te Soer, perchè no tutti? Ma sapendo come vanno le cose sarebbe già una coa meravigliosa che ne fossero destinati una parte. Spero che quelle persone dopo la fiammata iniziale di solidarietà e proclami non vengano dimenticate come sempre succede.
ciao.

Moko ha detto...

...mi sembra estramemente inopportuno fare politica in un momento come questo..non siete migliori degli sciacalli che mi hanno razziato una casa ormai distrutta...

grazie a tutti

silvano ha detto...

Non stavo facendo politica nel senso dialettico di lotta tra partiti e/o fazioni, ma nel senso più nobile di ricerca di soluzioni.
ciao.

il portapizza ha detto...

sarebbe anche ora di mettere da parte le cazzate e fare gli interessi degi italiani...

silvano ha detto...

Simone sfondi una porta aperta, ma mi sa che ci sono ancora moltissimi che si negano di guardare il reale per paura di rimanere delusi.

Elsa ha detto...

i soldi...
Silvano farei una polemica enorme su questo tema.
Per il momento esprimo la mia totale solidarietà.
Elsa

storico ha detto...

questa è una buona idea.....



Odissea Abruzzo: non è il terremoto che uccide ma la cattiva prevenzione e informazione

Rosalita is Out Tonight! ha detto...

Soldi per la gente? Ai miei nonni è crollata la casa in Friuli e non hanno mai visto nulla.
Intanto il governo rifiuta gli aiuti internazionali?!?!
guardate il link sul mio blog a Le Figarò
ed io non ci capisco più nulla
Forza Italiani...
Luka

4 dogs records ha detto...

Non solo,costringiamo le banche ad annullare i mutui alle persone che hanno perso la casa!
Costringiamo il vaticano a mettere mano al portafogli!
Che i ministri si tassino di almeno 1000 € a testa !
Basta raccontarsi musse è ora di agire!

Nadia ha detto...

Concordo Silvano, il ponte ha aspettato tanto e può aspettare ancora... un abbraccio

Anonimo ha detto...

2 MILIONI DI EURO PER IL CONCERTO DEL 1 MAGGIO A ROMA, IL 50% FINANZIATO DA MAMMA RAI.

Dino ha detto...

Concordo pienamente con Danx!